SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Andata in archivio la ‘sosta’ forzata di sabato scorso, la Samb nel pomeriggio odierno ha ripreso la preparazione in vista del prossimo impegno al Riviera contro la Pro Patria.
I bustocchi, reduci dal pari casalingo al cospetto del Novara, hanno agganciato in classifica proprio il duetto composto da Samb e Pro Sesto (a quota 16 punti); per i rossoblu un motivo in più per ritornare alla vittoria dopo oltre un mese di astinenza, visto che l’ultimo successo risale allo scorso 23 ottobre, quando il neoallenatore Luciano Zecchini bagnò l’esordio sulla panchina rivierasca con l’1-0 ai danni del Lumezzane.
La compagine marchigiana, nonostante non abbia visto assottigliarsi il distacco dalle zone basse della graduatoria, rimasto a tre punti (Lumezzane e San Marino a quota 13), deve far fronte al rinvenimento non solo della citata Pro Patria, ma anche del Cittadella (17), che con l’exploit di Fermo ha addirittura scavalcato i rossoblu. Classifica dunque sempre più corta e che obbliga la Samb a fare punti contro la squadra di Gian Cesare Discepoli, anche in previsione della trasferta di Genova, in programma tra due settimane.
Mister Zecchini a tal proposito ha subito dato appuntamento alla squadra per continuare ad intraprendere il lavoro avviato la scorsa settimana, grazie al rientro di quasi tutti gli infortunati – restano da ristabilirsi i lungodegenti Tedoldi, che pure oggi ha corso insieme ai compagni, e De Pascale.
Nel pomeriggio dunque, sul prato del Riviera delle Palme, agli ordini del preparatore atletico Bianconi, la truppa rossoblù ha curato unicamente la parte atletica. Mancava all’appello il difensore Michele Santoni, partito in mattinata alla volta di Lisse, dove mercoledì sera l’Under 21 di C di Giorgio Veneri sfiderà i pari età dell’Olanda, nella gara valevole per le qualificazioni al Campionato delle Nazioni Europee.
Domani, sempre nel pomeriggio, gli uomini di Zecchini si ritroveranno presso l’impianto di Viale dello Sport per continuare la marcia di avvicinamento all’impegno numero quattordici di campionato.
QUI BUSTO ARSIZIO – Non riesce a centrare il poker la squadra di mister Discepoli. Dopo le due vittorie in Coppa Italia contro la Pro Vercelli – a proposito: stamane la Lega di C ha effettuato i sorteggi in merito agli ottavi di finale; i biancoblù saranno impegnati a Valenza Po il prossimo 8 dicembre – e gli altrettanti successi conseguiti in campionato (vittime, nell’ordine, Lumezzane e Cittadella), i lombardi vanificano la ghiotta opportunità di piazzarsi a ridosso delle zone nobili della graduatoria, facendosi fermare dal Novara.
I piemontesi, ancora storditi dalle dimissioni del presidente Resta e in piena crisi tecnica – non vincono da ben dieci giornate – riescono infatti a raccogliere un prezioso pareggio nonostante l’inferiorità numerica per più di un tempo (espulsione di Braiati al 36’) ed il rigore fischiato a favore dei padroni di casa. Il capocannoniere bustocco (5 reti), nonché specialista dagli undici metri (3 i penalty realizzati sino ad ora) Gianluca Temelin, si fa infatti ipnotizzare dagli dal bravo Micillo (61’).
Smaltita la rabbia per i due punti gettati al vento ieri pomeriggio, Tramezzani e soci da domani, alla ripresa degli allenamenti, dovranno unicamente pensare alla prossima partita di San Benedetto del Tronto, un esame più che probante, alla luce della impellente necessità di punti da parte del sodalizio marchigiano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 571 volte, 1 oggi)