RIPATRANSONE – Il comune di Ripatransone ha aderito da tempo al progetto di cooperazione internazionale realizzato a sostegno dell’opera umanitaria svolta dal C.V.M. (Comunità Volontari per il Mondo). Questo impegno si è concretizzato dal 7 al 14 novembre quando alcuni rappresentanti dell’amministrazione comunale quali il Sindaco Paolo D’Erasmo e l’Assessore alle politiche sociali Maurizio De Angelis, insieme alla professoressa Moira Vespasiani dell’associazione Tony Marconi e al dottor Gianni Melilla, Presidente del Consiglio Comunale di Pescara e Consigliere Regionale dell’Abruzzo, si sono recati in Etiopia per osservare da vicino la situazione.
Grazie ai fondi garantiti dai soggetti coinvolti si lavora per migliorare l’approvvigionamento di acqua potabile, scavando pozzi a mano e realizzando sorgenti nelle aree più povere: in un paese legato così strettamente all’agricoltura e alla pastorizia l’acqua riveste un ruolo fondamentale per la sopravvivenza.
Allo stesso tempo gli aiuti umanitari sono indirizzati alla popolazione infantile, decimata dalla povertà e dall’AIDS. In un paese da ricostruire, i giovani sono un bene prezioso e la necessità di offrire un maggior grado di scolarizzazione è un obiettivo di primaria importanza.
Nel corso della settimana, si è colta anche l’occasione per visitare ospedali e scuole, fondamentali per il futuro del paese. La sofferenza e la miseria di questa sfortunata popolazione si è rivelata, allora, in tutta la sua crudezza.
Il C.V.M. vive a stretto contatto, giorno per giorno, questa difficile realtà, ma per chi non ha che la televisione per rendersi conto del dolore e della povertà di questa gente, è difficile immaginare la tragicità della situazione e l’impellente necessità di questi aiuti umanitari che stanno a poco a poco arrivando.
Da questa breve ma importante esperienza, dunque, emerge la soddisfazione della delegazione nel vedere come i fondi messi a disposizione del C.V.M. possono veramente aiutare tutta questa gente a superare le enormi difficoltà che incontrano quotidianamente. Ancora più importante è la convinzione dell’Amministrazione ripana e dell’associazione Tony Marconi di continuare nei prossimi anni la raccolta fondi per un’organizzazione che tanto riesce a fare per chi ha più bisogno d’aiuto.
Un primo passo in questa direzione verrà fatto con l’annuale cena di beneficenza che si terrà al Ristorante Valle Verde in località Valtesino il 28 dicembre 2005.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 407 volte, 1 oggi)