RIPATRANSONE – Mercoledì 30 novembre verrà dato il via ufficiale alla nuova stagione del “Teatro della Parola” che quest’anno vedrà coinvolti, oltre ai Comuni di Grottammare e Ripatransone anche quello di Offida.
Al centro dell’anno di prosa 2005/2006 ci sono temi più popolari, ma non meno affascinanti: si parte con “La lunga notte del dottor Galvan” di Daniel Pennac con Neri Marcorè, in programma mercoledì 30 novembre al Teatro Mercantini di Ripatransone, per proseguire domenica 18 dicembre con “La locandiera” di Carlo Goldoni.
Il nuovo anno si aprirà venerdì 27 gennaio con “Don Chisciotte” al Teatro dell’Arancio, dove si esibirà, sabato 4 febbraio, anche Sandro Lombardi con lo spettacolo “Pascoli”, dando una personale rilettura delle liriche del poeta.
Gli altri appuntamenti della stagione sono: “Il corpo tragico” (il 18 febbraio a Ripatransone), percorsi di lettura nel teatro antico, “Canzoni Popolari” (il 19 marzo ad Offida) spettacolo tratto da ‘Il mondo salvato dai ragazzini’ di Elsa Morante, “Deliri a due” (il 21 aprile a Ripatransone) dialoghi d’amore del Novecento, e tra “Ceneri e Germogli” (il 12 maggio a Grottammare), percorso nella poesia di Eugenio De Signoribus.
Nel mezzo di questi appuntamenti di prosa, uno spazio dedicato alla ‘canzone’ con due grandi momenti che legano musica cantautorale e poesia: venerdì 16 dicembre a Grottammare ci sarà Andrea Chimenti, mentre il 9 marzo sarà la volta di Mauro Ermanno Giovanardi, voce dei La Crus.
Il primo spettacolo in cartellone “La lunga notte del dottor Galvan”, presentato dal Teatro dell’Archivolto, ha come protagonista Neri Marcorè, che torna a Grottammare dopo aver presenziato come presidente di giuria all’ultima edizione del Festival Nazionale dell’Umorismo Cabaret Amoremio! e aver ricevuto il premio alla carriera.
La storia parte dal monologo di un ex-medico che si ritrova a rivivere un particolare momento di una notte in pronto soccorso. Nel mezzo della nottata arriva un paziente con innumerevoli e gravi disturbi che provocheranno un variegato ‘tour’ in tutti i reparti medici possibili. Durante la notte il malato scompare per poi riapparire al mattino; ed il medico, che già sogna un ricco biglietto da visita che mostrri tutte le sue doti, subirà il colpo di scena messo in atto dal paziente stesso.
L’opera, che si avvale della di regia di Giorgio Gallione, scene e costumi di Guido Fiorato, verrà presentata al Teatro Mercantini di Ripatransone mercoledì 30 novembre ore 21.15.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 499 volte, 1 oggi)