MONTEPRANDONE – Si è appena concluso a Centobuchi, uno degli eventi più importanti e significativi degli ultimi anni. La storica inaugurazione dell’Aviosuperficie rappresenta un momento di sviluppo e ricerca per tutto il territorio.
La pista lunga ben 1275 metri sarà predisposta per decolli e atterraggi di veivoli con un peso massimo di 5700 kg e con al massimo 10 passeggeri.
Tra le varie fasi dell’inaugurazione si è tenuto un importantissimo convegno di presentazione che ha ospitato onorevoli autorità tra le quali: Guido Possa vice ministro Università e Ricerca, Ennio Gibellieri presidente della Camera di Commercio, il prof. Gianluca Gregori vice preside dell’Università Politecnica delle Marche, Bruno Menzietti sindaco di Monteprandone, Luciano Agostini vice-presidente della Regione Marche, Mario Spacca presidente della Regione Marche, Adriano Federici presidente dell’Assindustria di Ascoli Piceno, Marco Pacetti il Magnifico Rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Umberto Alesi presidente di Tecnomarche, Massimo Rossi presidente della Provincia di Ascoli, Mario Tassone viceministro dell’Infrastrutture,Francesco Sirgiovanni amministratore delegato della S.E.I.
Proprieteraria dell’Aviosuperficie è la SAT, Società Aereoporto del Tronto Spa che lavora in stretta comunitanza con la SEI Servizi Elicotteristici Italiani e la SBI Service Business Integrated spa.
La SEI,come tutti sappiamo, opera nel campo degli allestimenti interni, manutenzione, revisione, trasformazione e ammodernamento dei veivoli di classe media. Inoltre, sta costrendo un Laboratorio tecnologico, insieme ad altre società industriali.
La SBI è una società di servizi quali aereotaxi, scuole di pilotaggio, che offrirà alla SAT, hangar, uffici e servizi.
Potranno utilizzare la pista enti istituzionali quali Guardia di Finanza, Protezione Civile, la Guradia Costiera, Operatori del Soccorso Aereo, Vigili del Fuoco.
Ma l’obiettivo primario della Sat è quello di sviluppare il trasporto di areotaxi e veivoli privati, favorendo lo sviluppo del turismo e aumentando il traffico per affari.
Non restare che fare i migliori auguri alla nostra Aviosupeficie!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 892 volte, 1 oggi)