SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due importanti successi sono stati conseguiti dal Comune dinanzi al Tribunale Amministrativo Regionale delle Marche dinanzi al quale era stato chiamato in relazione all’aggiudicazione di due gare d’appalto.
Nella seduta del 22 novembre, il TAR ha emesso un’ordinanza con cui ha respinto la richiesta cautelare di sospensiva degli atti relativi alla gara d’appalto per la riqualificazione del secondo tratto del lungomare, richiesta presentata dalla ditta COGES srl che era stata esclusa dalla gara in sede di esame delle offerte.
Nel procedimento si era inserita anche la ditta vincitrice dell’appalto, la COGEMA, la quale aveva presentato un ricorso incidentale sostenendo che vi erano ulteriori motivi di esclusione della COGES oltre a quelli invocati dal Comune.
Nella medesima seduta il TAR ha respinto un’altra istanza di sospensiva, stavolta contro l’aggiudicazione della gara per l’affidamento dell’incarico di predisporre uno studio di fattibilità per il recupero e la riqualificazione della zona portuale di S.Benedetto attraverso la costituzione di una S.T.U. (società di trasformazione urbana).
L’istanza era stata presentata da un’associazione temporanea di imprese e studi professionali, con capogruppo il prof. Giovanni Crocioni, esclusa dalla gara che è stata aggiudicata ad un raggruppamento temporaneo di imprese con capogruppo la NOMISMA spa di Bologna.
In entrambe le cause gli interessi del Comune erano tutelati dal Direttore del Servizio affari legali e contenzioso avv. Marina Di Concetto

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 371 volte, 1 oggi)