SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolto martedì pomeriggio nella sala consiliare l’incontro tra il sindaco Luigi Merli e i titolari delle concessioni balneari della zona centro (dalla concessione nr 32-chalet Rita, alla concessione nr 58-chalet California), area destinataria dei finanziamenti ministeriali in procinto di essere trasferiti per un valore di 388.000 euro. Presenti anche l’assessore ai Lavori Pubblici, Fausto Tedeschi, ed altri esponenti della maggioranza.
L’appuntamento si è aperto con l’illustrazione della situazione attuale del litorale centrale di Grottamare e sugli effetti positivi dell’intervento straordinario realizzato nel mese di giugno con la clausola della somma urgenza: “Dovete riconoscere che nel giro di appena 3 mesi da una situazione di estrema disperazione con l’acqua che lambiva, oltre che le strutture turistiche, anche le abitazioni privati, siamo passati a una situazione accettabile, con 25/28 metri di spiaggia recuperata al mare?, ha sottolineato il sindaco in apertura di seduta, “In questo momento non ci sono le condizioni per poter realizzare nuovamente un intervento sostenuto da requisiti di somma urgenza, dobbiamo quindi essere convinti sul da farsi e prospettare alla Regione Marche una proposta di intervento che vi trovi tutti d’accordo. Grazie ai finanziamenti in procinto di essere trasferiti dal Ministero e le risorse della Regione Marche, con la particolare attenzione al caso dell’assessore regionale ai Lavori pubblici Carrabs e del vice presidente Agostini, sarà possibile realizzare un intervento su tutto il tratto in discussione ?.
Nato per elaborare un progetto condiviso da sottoporre ai vertici della Regione Marche nell’ambito del programma regionale di interventi per la salvaguardia delle coste, l’appuntamento di martedì ha riscontrato l’adesione di un numero considerevole di operatori balneari che hanno attivamente collaborato alla stesura della proposta da valutare in sede regionale già dalla prossima settimana.
E’ tutta aperta, infatti, la trattativa tra l’amministrazione comunale di Grottammare e l’ufficio tecnico regionale delegato alla tutela delle coste. Il sindaco, quindi, si farà portavoce nei prossimi giorni dell’assemblea di ieri pomeriggio che ha dato il proprio benestare alla seguente idea progettuale: rafforzare la barriera frangiflutti emersa fino alla concessione numero 43-Bagni Maria Fiori e rinfoltire le scogliere sommerse da quel punto fino allo chalet Stella Marina. Per quanto riguarda i bracci frangiflutti perpendicolari all’arenile, si propone di rafforzare e allungare sia quello in corrispondenza di Corso Mazzini che quello davanti allo chalet California.
Una proposta che in questo momento può trovare condivisione anche da parte dei tecnici regionali, poiché pur non prevedendo, il Piano regionale, barriere di scogli a vista, la situazione critica del litorale grottammarese ha convinto a cedere a tale vincolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 294 volte, 1 oggi)