L’Università di Ancona e la Sabelli spa di Ascoli stanno preparando, con la collaborazione di Legambiente Marche il “Latte DOC? dei Sibillini e del Gran sasso. Lo hanno annunciato in una conferenza stampa, alla quale è intervenuto anche il presidente di Legambiente regionale Luigino Quarchioni, il direttore del Dipartimento di Scienze degli Alimenti del Politecnico stesso, Francesca Clementi, e il presidente del Gruppo Giovanmi di Assindustria Ascoli, e amministratore della Sabelli Commerciale (lattiero-caseario) Simone Mariani.
Si tratta di due progetti di ricerca già in corso di implementazione che vedono impegnato l’ateneo di Ancona- sostenuto dall’azienda ascolana, a individuare presto da un lato fermenti lattici autoctoni capaci di fare da “starter? alla produzione di mozzarelle, e dall’altro di verificare la possibilità di produrre fermenti probiotici, cioè in grado di aumentare lo stato di benessere di una persona, da inserire nei prodotti lattiero-caseari e aumentarne così la qualità e la genunità complessiva.
“La realizzazione di questi due progetti e il mantenimento di una filiera che da lavoro sul territorio di due Parchi nazionali e tre regioni a 250 piccoli produttori di latte, e che viene poi conferito alla Sabelli, hanno un valore enorme per la natura e l’economia locale, oltre che per i consumatori – ha affermato il presidente di Legambiente Marche Quarchioni, durante l’incontro. Ne è convinto anche l’assessore comunale alla pubblica istruzione di Ascoli Gianni Silvestri, che insieme all’azienda e agli altri due partner ha presentato nello stesso appuntamento il “Quaderno didattico di Educazione alimentare?, centrato sulla filiera del latte nell’ambito del “Progetto Via Lattea?, ma rivolto a sensibilizzare giovani e non su tutta “la cultura della sana alimentazione?, e destinato nel 2006 non solo alle scuole del capoluogo piceno, ma di tutte le principali città della provincia, di Civitanova Marche e di Osimo.
“Per lottare contro l’obesità dei bambini, le sofisticazioni e certi spot pubblicitari negativi – ha detto Silvestri –  abbiamo con soddisfazione accolto l’invito della Sabelli a realizzare la seconda edizione di questa pubblicazione, destinata ai più piccoli, e dopo il grande successo dell’edizione lanciata l’anno scorso.? Dal canto suo l’amministratore delegato dell’azienda Simone Mariani, ha ricordato che la sua impresa “ dopo aver realizzato il Bilancio di Sostenibilità, unica tra le PMI del Piceno e tra le pochissime delle Marche, è attenta a sviluppare programmi non solo di breve ma anche e soprattutto di lungo periodo, con la collaborazione dell’Università di Camerino e Ancona e di tutte le associazioni e istituzioni locali. Tutto ciò viene fatto a costi mediamente più alti, perché il latte estero costerebbe meno, ma con l’obiettivo di garantire al consumatore una qualità e salubrità dei prodotti sempre migliori, e interamente dipendenti dal lavoro svolto da tanti operatori, famiglie e contadini attivi sul territorio da decenni.?
Da segnalare che la conferenza stampa di oggi è stata preceduta da una visita allo stabilimento della Sabelli spa, dove arrivano ogni giorno 800 quintali di latte, poi trasformati nel giro di 24 ore in mozzarelle (150 quintali al giorno), burrate, formaggi e altri prodotti lattiero-caseari. Per informazioni: 0736-30671

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 226 volte, 1 oggi)