Politica. Verba volant, scripta manent. In tempi non sospetti ho scritto che i “voti consapevoli” sono il 60% del totale dei votanti e recentemente ho scritto che gli italiani non sono ancora maturi per le Primarie. Non mi sono allontanato molto, visto quello che sta succedendo a San Benedetto. Mi dicono che in altre parti d’Italia è andata diversamente. Eccezioni che confermano la regola.
Samb. Stiamo creando un identikit di Alberto Soldini, probabile neo presidente della Sambenedettese Calcio, per presentarlo con tutti gli onori all’intera Riviera delle Palme. Abbiamo anche parlato tre volte con lui e ci è sembrato in possesso dello spirito giusto per affrontare un progetto difficile ma molto gratificante. Portare la Samb in serie A non è stessa cosa che portarci l’Ancona o il Pescara. Per la grandezza della città naturalmente non per la storia calcistica. Per quanto riguarda l’identikit le referenze sono per ora buone. Una su tutte: nel 2003 ha denunciato un reddito superiore a 500 mila euro. Pare principalmente in seguito a consulenze. Da chiarire un’iperbole apparsa venerdì sul Resto del Carlino: Miele ci ha specificato che “non rappresenta le più grosse banche estere in Italia”, anche se ha rapporti con la Finanza internazionale. Comunque, secondo me, i soldi che ha sono importanti relativamente (nessuno li butta), conta di più il progetto che ha in mente e che (come sembra assodato) sia una persona rispettabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 89 volte, 1 oggi)