SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è ripetuto spesso in questa prima porzione di torneo: la Samb pare solita affrontare i peggiori avversari nel momento meno opportuno. Lo avevamo detto sin dall’esordio al Riviera al cospetto di un Novara in salute e protagonista di un ottimo pre-campionato, si era fatto ricorso al refrain pure contro lo Spezia, a Monza, a Salerno e nel presentare la gara andata in archivio giusto l’altro ieri pomeriggio.
Ci ripetiamo nell’avvicinarci alla sfida di sabato prossimo, visto che la Pro Sesto di Giovanni Trainini (già a Sesto nelle stagioni 2002-’03 e 2003-’04) – subentrato a Giancarlo D’Astoli due domeniche fa -, prossimo avversario della banda Zecchini, è reduce da due belle vittorie ottenute ai danni di Pavia e Novara, le quali hanno avuto il potere non solo di corroborare una classifica dai connotati finalmente più tranquillizzanti, ma anche di elevare il morale della truppa biancoceleste, che pareva destinata, dopo l’avvio assai stentato, ad un torneo in sordina.
Il riscatto porta la firma dell’attaccante romano Marco Sansovini, giunto al terzo centro stagionale – insieme a Ruffini e al brasiliano De Paula è il capocannoniere della squadra – e bravo, dopo appena dieci minuti di gioco, a gelare il Silvio Piola di Novara con un colpo di testa che alla resa dei conti è valso tre punti.
La quinta vittoria stagionale sancisce una sorta di rinascita per la compagine lombarda che, da matricola inesperta quale giustamente veniva considerata in sede di pre-campionato, ora ha dalla sua quel pizzico di esperienza in più che le fa guardare al proseguo di stagione con maggiore ottimismo.
Sabato prossimo, contro la Samb, i biancocelesti sono attesi da un’ulteriore conferma, visto che tra le mura amiche hanno raccolto appena 7 dei 18 punti in palio (3, come detto, fanno capo alla gestione Trainini). Sarà peraltro una sfida particolare per due giocatori che compongono l’organico biancoceleste, vale a dire Andrea Cottini e Alessio Bifini, giunti in estate alla corte del presidente Luca Pasini; il difensore aretino ha vestito la maglia della Samb nelle stagioni 2001-’02, 2002-’03 e 2003-’04, mentre l’attaccante è stato nelle Marche solo nel corso dell’annata 2003-’04 – 27 presenze e 4 gol, dei quali l’ultimo messo a segno contro il Paternò, in un Riviera tanto deserto quanto inviperito per il deludente finale di campionato della squadra allora guidata da Salvatore Vullo.
Da ultimo qualche numero in ordine al rendimento fatto registrare sinora dalla Pro Sesto: 11 i gol fatti (5 in casa), 14 quelli subìti (di cui 7 al Breda); oltre ai citati Sansovini, De Paula e Ruffini, compare tra i marcatori della squadra pure l’attaccante argentino Lazzaro, con due centri. E ancora: un rigore a favore e quattro contro; 22 i cartellini gialli ed un’espulsione, per una delle squadre più corrette dell’intero girone.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 268 volte, 1 oggi)