SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da questa settimana entra in vigore il provvedimento che istituisce la circolazione a targhe alterne tutti i mercoledì e giovedì fino alla fine dell’anno.
Mercoledì 23 novembre potranno circolare solo le auto con targhe dispari mentre giovedì 24 potranno circolare soltanto le automobili con targa pari.
Il provvedimento sarà in vigore tutti i mercoledì e giovedì del 2005 sull’intero territorio comunale (fatta eccezione per la superstrada Ascoli Mare e l’autostrada) dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18,30.
Tra i mezzi esentati dal provvedimento ci sono i ciclomotori e i motocicli con motore “euro 2? e le auto con motore “euro 4?. I ciclomotori euro 2 sono quelli omologati dopo il 17 giugno 2002, i motocicli euro 2 sono quelli immatricolati a partire dal primo gennaio 2003.
Per stabilire se l’auto è “euro 4? occorre controllare se sulla carta di circolazione esiste il riferimento di una direttiva europea (esempio, 2001/100 CE B, 1999/96 CE B) sempre però accompagnata dalla lettera “B?. Di norma la direttiva è riportata alla lettera V9 (riquadro 2) ed è spesso integrata con ulteriore specifica nel riquadro 3.
Segue l’elenco completo delle esenzioni:
– motoveicoli Euro 2; – veicoli Euro 4; – veicoli dotati di “Bollino Blu?; – veicoli con almeno tre persone a bordo (car-pooling); – veicoli con autorizzazione rilasciata dal mobility manager aziendale; – veicoli condivisi (car-sharing) o a noleggio con contratto; – veicoli elettrici o ibridi funzionanti con motore elettrico; – veicoli funzionanti a metano, GPL, diesel biologico o gasolio emulsionato; – veicoli con targhe di Province appartenenti ad altre Regioni; – veicoli dei servizi di emergenza e di soccorso; – veicoli delle Forze dell’Ordine e della Pubblica Sicurezza; – veicoli dei taxi, servizio a noleggio con conducente, autobus di linea del trasporto pubblico e turistici, e veicoli che effettuano servizi di trasporto scolastico; – veicoli a servizio di persone invalide provvisti di contrassegno persone invalide; – veicoli in servizio pubblico, appartenenti ad Aziende o concessionari delle Aziende che effettuano interventi urgenti e di manutenzione sui servizi essenziali dei servizi di emergenza e di soccorso; – veicoli a servizio del recapito/raccolta postale ed assimilati, come attestato dall’Ente o dalla Ditta che esercita il servizio; – veicoli di proprietà dello Stato, della Regione Marche, delle Province, dei Comuni; dell’ARPAM, della Azienda ASUR; – veicoli di lavoratori in turno in ciclo continuo o doppio turno, residenti o con sede di lavoro nella zona interessata dai provvedimenti, limitatamente ai percorsi casa-lavoro per turni con orario o in zone non coperti dal servizio di trasporto pubblico, i lavoratori interessati dovranno essere muniti di certificazione, rilasciata dal datore di lavoro attestante la tipologia e l’articolazione dei turni e l’effettiva turnazione; – veicoli a servizio di persone soggiornanti presso alberghi situati nell’area delimitata, esclusivamente per arrivare/partire dall’albergo medesimo; – veicoli appartenenti ad istituti di vigilanza; – veicoli utilizzati dagli Ufficiali Giudiziari ed Ufficiali di riscossione tributaria; – carri funebri e veicoli al seguito; – veicoli per matrimoni e cortei nuziali; – veicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili per la cura di malattie gravi o per visite e trattamenti sanitari programmati, in grado di esibire la relativa certificazione medica e attestato di prenotazione sanitaria e donatori ed assistenti volontari AVIS muniti di certificazione; – veicoli di assistenti domiciliari ed associazioni socio-sanitarie che prestano servizio a singoli o per strutture e/o organizzazioni pubbliche o private con attestazione rilasciata dalla struttura; – veicoli di medici e veterinari in visita urgente muniti di contrassegno rilasciato dall’ordine dei medici; – veicoli che trasportano merci deperibili o alimentari o farmaci o attrezzature e merci per ospedali; – veicoli di aziende di pronto intervento, su impianti di: termosanitari e condizionamento; elettrici; ascensori e montacarichi; informatici; antifurto; frigoriferi; caldaie; antincendio; – veicoli di operatori dell’informazione con certificazione del datore di lavoro o muniti di tesserino di riconoscimento; – veicoli della ditta che distribuisce la merce agli edicolanti; – veicoli di sacerdoti e ministri del culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero; – veicoli al servizio dell’organizzazione delle manifestazioni regolarmente autorizzate; – veicoli di operatori in servizio di reperibilità con certificazione del datore di lavoro; – veicoli di fioristi esclusivamente per la consegna dei propri prodotti alla clientela; – veicoli di autoscuole esclusivamente per l’attività di insegnamento alla guida; – veicoli di assistenti e tecnici che devono svolgere la direzione dei lavori in cantieri; – veicoli di personale scolastico che svolge l’attività in più plessi scolastici o che si trova in condizione di dover effettuare spostamenti necessari all’espletamento di attività didattiche essenziali, come attestato dai dirigenti competenti; – veicoli delle società sportive adibiti al trasporto degli atleti e di arbitri di avvenimenti sportivi regolarmente autorizzati; – veicoli di ambulanti che si recano a mercati nell’intero territorio comunale o in mercati di altre località.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.283 volte, 1 oggi)