Proprio mentre si celebrava la giornata in ricordo delle vittime sulle strade,ogni anno 8 mila persone perdono la vita a causa di incidenti(18 al giorno) e 20 mila rimangono disabili per tutta la vita, a Grottammare i Carabinieri, nella notte tra sabato e domenica, durante serrati controlli, hanno accertato e contestato numerose violazioni al codice della strada. A 30 automobilisti sono state allora elevate delle contravvenzioni e a 3 è stata addirittura ritirata la patente. I motivi? Soprattutto il non rispetto del limite di velocità previsto ed aver bevuto troppo prima della guida.
I Carabinieri, controllando poi night e discoteche, sempre di Grottammare,anche dietro segnalazioni di alcuni cittadini, stanchi delle soste selvagge degli avventori davanti alle loro case e dei rumori molesti uditi fino a tardi, hanno elevato a 3 gestori 5 multe e in un locale hanno pure fermato un cittadino extracomunitario di nazionalità marocchina. Era gravato da un provvedimento di espulsione e non lo aveva osservato. Per lui sono scattate le manette.
Ricorreva oggi la festività cattolica della “Virgo Fidelis” Patrona dei Carabinieri.
Una Messa solenne officiata da Monsignor Gestori l’ha celebrata alla Chiesa “S.Pio X”.Le massime autorità civili e militari presenti, anche una rappresentanza dell’Associazione Carabinieri in congedo, hanno particolarmente apprezzato l’omelia tutta incentrata sulle parole profetiche dell’Apocalisse “Sii fedele sino alla morte” quindi la fedeltà della “Madre del Signore” accostata umilmente a quella di ogni soldato che serve la Patria e in particolare ai militari dell’Arma il cui motto è proprio “Nei secoli fedele”.
“Monsignor Gestori ha capito lo spirito di sacrificio che anima il Carabiniere- ha detto il Cap. Giancarlo Vaccarini, Comandante della Stazione Carabinieri di San Benedetto- ha capito pure l’ansia e la preoccupazione che proviamo ogni volta che siamo in servizio”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)