De Lucia: “Peccato che abbiamo pareggiato l’incontro. Mi dispiace perché eravamo in vantaggio di due reti e ci siamo fatti raggiungere ingenuamente. Se non avessimo preso gol a tempo scaduto e fossimo rientrati negli spogliatoi con il doppio vantaggio, la gara avrebbe preso un’altra piega. Sono uscito per crampi dovuti al freddo, al terreno duro e alla tensione.?
Fietta (centrocampista Pizzighettone): “Non era facile fare risultato ma alla fine ci siamo riusciti. Credo che il Pizzighettone abbia tenuto per la maggior parte del tempo le redini del gioco. Non abbiamo chiuso la gara forse per poca determinazione e perché ci siamo assuefatti con il pari. Tuttavia strappare un simile risultato a San Benedetto è sempre stimolante poiché i rossoblu venivamo da due sconfitte consecutive?.
Miele: Martedì sarò a San Benedetto per seguire la situazione personalmente. Ho visto una squadra in gran difficoltà in un po’ tutti i reparti e dovrò parlare con il mister per capire come sistemare la situazione. Quali sono le urgenze a mio avviso? In tutta onesta, ho visto una squadra con parecchie urgenze. Abbiamo comunque il tempo per recuperare, visto che prima della riapertura del mercato a gennaio non possiamo operare. Di sicuro non chiamerò degli svincolati perché, in effetti, se sono svincolati, un motivo dovrà pur esserci?.
Dossena: (dopo aver scambiato due chiacchiere con un giornalista ospite, dribbla la stampa locale e si dirige verso la presidenza). “Non ho nulla da dire. Cosa accadrà in settimana? Non lo so e non mi riguarda. Sono un dipendente della Samb e per me qualsiasi cosa accadrà, se accadrà, conta poco?.
De Rosa: Abbiamo dato il massimo, tanto più che eravamo riusciti ad arrivare sul 2 a 0 contro una squadra molto ben organizzata. Di sicuro il gol allo scadere del primo tempo ci ha spezzato le gambe. Come mai tanti crampi? Non lo so, forse è colpa del campo dove ci alleniamo. Come vede la squadra il cambio di società? Per noi è uguale. Siamo dispiaciuti per il presidente, che è venuto a salutarci negli spogliatoi, ma se ne arriverà un altro, continueremo a fare il nostro lavoro?.
Martini: E’ un periodaccio e tutto gira storto. Gli avversari vanno in gol con una facilità allucinante. Nello scontro con un difensore ospite ho preso un colpo e non riuscivo a respirare. Non ho mai perso i sensi ma mi sono impressionato, anche perché l’arbitro mi diceva di rialzarmi e non ce la facevo. Ho già fatto qualche pensierino al Pescara? No, assolutamente. Ho ancora un anno di contratto con la Samb e penso solo a fare meglio. Una volta recuperati gli infortunati possiamo dire la nostra.
Cornali: Il modulo 5-3-2 ci ha dato maggiore stabilità, ma è molto dispendioso a livello fisico ed oggi molti di noi hanno avuto i crampi. Avevamo di fronte una ottima squadra e noi non abbiamo ancora superato i nostri problemi. Peccato per il 2 a 2. Se non avessero accorciato le distanze al 49° del primo tempo, sarebbe finita diversamente.
Campolonghi (attaccante Pizzighettone): Sapevamo che la Samb fosse in difficoltà, ma questa è una piazza che merita rispetto e sapevamo di poter soffrire. Per come si era messa è un è punto guadagnato, ma per i valori espressi è un punto perso. Dove può arrivare questo Pizzighettone? Qualche anno fa erano tra i dilettanti, ma hanno la struttura per arrivare in B.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 517 volte, 1 oggi)