GROTTAMMARE – Ricordando che gli avvoltoi generalmente si cibano di carogne, per allontanarli occorre dare sepoltura al cadavere politico.
Rigettiamo l’accusa di strumentalizzazione, ed a chi a bollato questa vicenda, “persecuzione politica abbastanza banale?, chiediamo:
• il consiglio comunale deliberò una concessione per pesca turismo, come mai, di fatto, è un ristorante?
• Un nuovo chalet deve essere almeno a 15 m dalla battigia, come mai “Fish? è a picco sul mare?
• Una struttura con un cosi forte impatto ambientale è compatibile con i valori di chi si professa ambientalista e verde?
• Visto che la sig.ra Costanzo aveva previsto le polemiche, perché non ha evitato di realizzare il manufatto?
• Quanto vale sul mercato una struttura del genere?
• Che fine hanno fatto le battaglie di questa compagine politica sulla questione morale e sulla trasparenza?
Certi di non perseguitare nessuno, semmai di perseguire il bene della città, in totale serenità, ci rimettiamo ai cittadini per il giudizio politico, ed alla magistratura per quello legale.
*consigliere comunale di Alleanza Nazionale

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 614 volte, 1 oggi)