SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Zecchini tira su la coperta. I nove gol incassati nelle ultime due esibizioni in campionato – Salernitana e Cittadella; la retroguardia rossoblù è la più perforata del girone con 22 reti sul groppone, proprio come il fanalino di coda Fermana – sta facendo meditare parecchio il condottiero rossoblù che da ieri sta sperimentando un diverso schieramento tattico della sua squadra, anche alla luce delle reiterate e numerose defezioni lamentate dall’organico.
Anche stamattina, nel corso della seduta di rifinitura effettuata al Ciarrocchi, il tecnico di Forlimpopoli ha provato una difesa con cinque uomini, riponendo dunque nel cassetto il 4-4-2 a lui tanto caro. Se domani pomeriggio saranno riconfermate le indicazioni trapelate in questi ultimi due giorni, e dunque Zecchini dovesse davvero puntare su un simile schieramento, si chiederà un doppio lavoro agli esterni, vale a dire Cornali e Mattia Santoni, costretti in fase difensiva a ripiegare per dare man forte al trio Guastalvino-Zanetti-Macaluso, mentre quando si attaccherà, i due cursori dovranno esser bravi ad accompagnare l’azione, spingendo sulle fasce e dunque rinfoltendo il centrocampo a tre composto da De Rosa, Paolucci, in mezzo, e Faieta (o Perrulli).
L’unico cruccio che accompagnerà Zecchini sino all’ultimo riguarda l’attacco, dove Martini sarà affiancato da uno tra Perrulli e De Lucia, col secondo che appare decisamente favorito sul primo, al contrario delle indicazioni emerse ieri. Per l’ex Viterbo potrebbe esserci spazio sull’out mancino di centrocampo, dove Faieta, non al meglio, dovrebbe cedergli la maglia da titolare.
Una Samb dunque inedita che sarà costretta a fare a meno di Scandurra, Michele Santoni, Femiano e Gazzola (quest’ultimo sembrava recuperabile e invece stamane, dopo aver provato, ha dovuto alzare bandiera bianca) – oltre naturalmente ai lungodegenti Tedoldi, Colonnello e De Pascale. Al posto di Gazzola Zecchini è stato costretto a convocare il difensore della Berretti De Cesaris, per un totale di appena 18 effettivi; al solito quindi la comitiva rivierasca sarà contata.
Inutile sottolineare come la gara di domani pomeriggio rappresenti per la Samb uno snodo cruciale per il campionato. La distanza dal quartultimo posto infatti si è assottigliata ad appena tre punti (il quartetto Salernitana, Pro Patria-San Marino-Lumezzane); non incamerare il bottino pieno contro il Pizzighettone significherebbe dover fare i conti con ulteriori paure, sinora all’ordine del giorno in casa rossoblù.
Il presidente Mastellarini, nonostante il pensiero sia ormai rivolto al passaggio di consegne in favore di Alberto Soldini, da acceso tifoso quale è, si è sentito in dovere di chiedere alla squadra una prova di orgoglio, non solo per riscattare le ultime due figuracce rimediate al cospetto di Salernitana e Cittadella. Occhi puntati, come si diceva, sulla difesa, ma anche sul reparto offensivo, a secco da due turni. La coppia Martini-De Lucia avrà il difficile compito di scardinare una difesa, quella del Pizzighettone, tra le migliori del torneo (9 i gol subìti) e che nelle ultime tre giornate ha incassato appena una rete (a Lumezzane).
Nonostante le contestazioni andate in scena domenica scorsa e alla ripresa degli allenamenti, la tifoseria organizzata ha già fatto sapere che domani pomeriggio “la maglia” verrà sostenuta come di consueto, anche e soprattutto nel tentativo di superare, finalmente, il difficile momento che si sta vivendo. La ‘palla’ passa ora alla squadra.
Segnaliamo infine che nel tardo pomeriggio la Samb sarà ospite, per il consueto ritiro pre-partita, all’Hotel Calabresi, in via Milanesi.
MESSA PER CIOFFI. Martedì 22 novembre cade il primo anniversario della morte di Massimo Bruni, Cioffi per gli amici e gli abituali frequentatori della curva Nord; domani pomeriggio, dopo la partita dei rossoblù contro il Pizzighettone – nel corso della quale la curva rivierasca avrà modo di ricordarlo a dovere -, presso la Cattedrale Madonna della Marina (alle 17.30) si terrà una messa in ricordo dello sfortunato ultras nostrano.
La redazione di sbtoggi.it rinnova sin da ora le condoglianze a parenti e amici.
QUI PIZZIGHETTONE – Procede serena la marcia di avvicinamento alla trasferta di San Benedetto in casa Pizzighettone. Indisponibili gli ormai noti infortunati, vale a dire Chianese, Lambrughi, Campolonghi e Porrini (questi ultimi due sono comunque molto vicini al rientro), il tecnico Roberto Venturato non ha particolari problemi in vista del match di domani pomeriggio, visto che al posto dello squalificato Quadri potrà di nuovo fare conto su Parmesani; recupera anche Fietta. La squadra biancazzurra è partita alla volta delle Marche nel primo pomeriggio, subito dopo il pranzo.
L’allenatore lombardo, alla luce del momento di euforia che sta vivendo la sua squadra, reduce da tre vittorie consecutive che gli sono valse il terzo posto in graduatoria, ha cercato di tenere il gruppo coi piedi ben saldati per terra, avvertendolo delle insidie che potrebbe presentare la trasferta del Riviera.
“Andremo ad affrontare una trasferta molto insidiosa – ha argomentato Venturato – Non siamo abituati a giocare in uno stadio caldo come sarà quello della Sambenedettese, servirà una grande condizione mentale. La squadra marchigiana viene da due sconfitte consecutive, avranno maggior voglia di far risultato. San Benedetto è una piazza di prestigio, con un pubblico che ama la propria squadra. Per noi un impegno molto importante?.
Le probabili formazioni di domani pomeriggio.
SAMB (5-3-2): Di Dio, Cornali, Mattia Santoni, Macaluso, Guastalvino, Zanetti, Perrulli, De Rosa, Paolucci, Martini, De Lucia. A disposizione: Rosati, Irace, De Cesaris, Yantorno, Faieta, Pepe, Chiurato. Allenatore: Luciano Zecchini.
PIZZIGHETTONE (4-4-2): Padelli, Fumasoli, Rizzi, Tacchinardi, Colicchio, Perticone, Deinite, Parmesani, Piccolo, Fietta, Coralli. A disposizione: Gualina, Polonini, Guglieri, Lolaico, Steffenoni, Nodari. Allenatore: Roberto Venturato.
Arbitro: Vincenzo Lioce di Molfetta.
Assistenti: Alessandro Panciroli di Parma e Alessandro Parente di Macerata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 533 volte, 1 oggi)