OFFIDA – Piceno, terra di cultura e sapori. Per gli amanti della storia e dell’arte locali, che non disdegnano la buona cucina, da oggi sino a domenica 27 novembre sarà possibile, visitando due incantevoli cittadine medioevali, quali Offida e Ripatransone, degustare presso i diciassette ristoranti che hanno aderito all’iniziativa gli appetitosi piatti della nostra tradizione, accompagnati dai migliori vini novelli del territorio.
Manifestazione organizzata dai Comuni di Offida e Ripatransone, in collaborazione con Vinea Enoteca Regionale e la Bottega del Vino, Le Vie di Bacco costituiscono un appuntamento irrinunciabile per gli appassionati della cultura locale e dell’enogastronomia di qualità.
“Tramite iniziative come Le Vie di Bacco – dichiara l’assessore al Turismo del Comune di Offida Valerio Lucciarini si vuole consentire a quanti visitano il nostro territorio di dilettarsi in un itinerario suggestivo attraverso la degustazione (a prezzi accessibili per tutte le tasche) della migliore enogastronomia della zona?.
“Un decisivo contributo alla realizzazione dell’evento – continua Lucciarini – è stato offerto dai ristoratori locali che, quasi nella totalità, hanno aderito a Le Vie di Bacco, testimoniando una perfetta sinergia tra pubblico e privato, a vantaggio delle nostre peculiarità e tradizioni. Tale metodo deve costituire un modello per un nuovo modo di fare turismo?.
Le strutture ricettive dei due ameni centri collinari ove, nella fattispecie, sarà possibile assaporare le prelibatezze della nostra terra sono: Ristorante Barone Rosso, Belsito Villa Colle di Guardia, I Calanchi, La Cascina dei Ciliegi, Agriturismo La Contrada, Hotel Ristorante Il tuo Corbezzolo, Pizzeria Lu Cuccelò, Ristorante La Fonte, Agriturismo Iervasciò, Osteria del Gufo, Osteria Ophis, Ristorante La Petrella, Hotel Ristorante Piceno, Hotel Ristorante Romano, Agriturismo Rosa dei Venti, Ristorante San Savino, Ristorante Pizzeria Serpente Aureo; e, naturalmente, Vinea Enoteca Regionale e Bottega del Vino.
Per un felice connubio tra il piacere del palato e quello della mente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 945 volte, 1 oggi)