PIZZIGHETTONE — Mario Tacchinardi ha disputato domenica scorsa la sua seconda partita, per intero, in campionato, dopo un certo travaglio d’inizio stagione per i postumi di un infortunio. Ora la tua forma fisica è di nuovo a posto? «Direi di sì, va tutto bene, come tutta la squadra. E’ un gran bel momento quello che stiamo vivendo, vedremo di fare in modo che si continui su questa strada».
Si fanno spesso paralleli con l’anno precedente: come risultati il Pizzighettone, sinora, sta già facendo meglio. «Si potrebbe anche dire che è un momento meraviglioso, ma non ci siamo certo montati la testa, come dicono spesso in società: piedi ben piantati a terra». Facciamo ora un parallelo fra i protagonisti del centrocampo, dalla coppia Tacchinardi-Pascali, alle alternative d’ora con Fietta a Quadri. «Dei quattro penso che il più dotato tecnicamente sia Alby (Quadri), personalmente mi sento più simile a Gio (Fietta). Con Pascali avevo raggiunto un’intesa perfetta, con i due nuovi arrivati però non si scherza, sono davvero bravi. Con il tempo penso si miglioreranno tante cose». Due sole partite intere per te, una in coppia con Fietta e l’altra con Quadri, che dire? «Ribadisco il concetto: ho giocato poco con i due, ma penso stiamo già facendo discretamente. Con Fietta a Busto, con Quadri domenica scorsa: mi trovo bene e poi il mister sa predisporre e preparare le partite una per una guardando anche le caratteristiche degli avversari alle quali dobbiamo opporre le nostre. Sinora si sta facendo bene, tutta la squadra assieme?.
BORSINO. Si è fermato Lambrughi per un nuovo attacco di febbre. Il giocatore va ad aggiungersi a Cigardi e Chianese, giocatori allo stop completo per l’allenamento di ieri. Un po’ di lavoro per Porrini, qualcosa in più per tutti gli altri infortunati in via di recupero (Parmesani, Fietta e Campolonghi). Oggi pomeriggio, inizio ore 15.00, amichevole in famiglia con la Berretti a Spinadesco.
Fonte: laprovinciadicremona.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 295 volte, 1 oggi)