PIZZIGHETTONE – Le tre vittorie consecutive e il terzo posto in graduatoria fanno dilagare l’euforia in riva all’Adda. Un avvio di campionato che ha lasciato tutti a bocca aperta: solo qualche settimana fa il pensiero del confronto Genoa-Pizzighettone aveva fatto sorridere i liguri. Ma una voce si distingue dal coro ed è quella autorevole del cremasco Mario Macalli, presidente della Lega di C. «Non c’è motivo di sorprendersi – attacca il massimo dirigente della Lega – perché il Pizzighettone sta ottenendo i risultati sul campo e giustamente va avanti in classifica». Parliamo però di una squadra neopromossa, partita senza proclami e con l’obiettivo di restare in categoria… «È l’animo, è la volontà che sta spingendo questo team. Adesso sta facendo bene e deve sfruttare il momento portando a casa tutto quello che è possibile».
Secondo lei il Pizzighettone è pronto per il grande salto? «Adesso siete voi a non mantenere i piedi per terra. Certo, storicamente è già successo, pensiamo all’Alzano e al Casteldisangro. Quindi non c’è niente di scritto e di proibitivo». Questa società viene additata da molti come modello di gestione. «Non c’è pressione ed essendo persone corrette riescono a lavorare con la massima tranquillità».
Anche a livello economico Pizzighettone viene dipinto come un’isola felice. «L’imprenditore sa che deve fare il passo lungo come la gamba, senza eccessi». Ha un suggerimento per i biancazzurri? «Consigli non ne do perché a Pizzighettone sanno perfettamente come agire». E un augurio? «Non ne hanno bisogno, se non gli auguri che estendo a tutte le 90 società che rappresento. Se il Pizzighettone va bene mi fa piacereâ€?.
Fonte: laprovinciadicremona.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 331 volte, 1 oggi)