SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tiene ancora banco la vicenda relativa alla palestra “Alfortville?, negata all’uso della World Sporting Academy e della Joints Basket Club San Benedetto. Questa mattina Tonino Valori, presidente della Joints Basket San Benedetto, questa mattina ha incontrato il commissario straordinario Carlo Iappelli, in un incontro al quale hanno partecipato anche i rappresentanti della direzione del II Circolo Didattico e altre società sportive sambenedettesi.
“A questo punto l’unica speranza per mantenere un settore cestistico giovanile di qualità a Porto d’Ascoli è legata all’apertura della palestra dell’Agraria?, ha affermato Tonino Valori, presidente della Joints Basket Club San Benedetto, al termine dell’incontro. Infatti, per scelte dell’istituto scolastico, nelle ore pomeridiane la palestra della scuola “Alfortville? è stata affidata, per tre giorni su cinque, ad un’altra società, facente capo alla Cestistica Ascoli.
”In pratica sono rimaste sei ore complessive da assegnare a tre società – spiega Valori – e ciò ci rende di fatto impossibile portare avanti un lavoro serio e strutturato, come abbiamo sempre cercato di fare, nell’interesse dei ragazzi. E, per il terzo anno consecutivo, il minibasket sambenedettese resta escluso dalla Alfortville”.
Tali difficoltà, ricorda la Joints Basket, non sono una novità, visto che già negli anni scorsi i problemi burocratici avevano portato a trovare un accordo solo a metà febbraio, costringendo in pratica il Basket Club ad annullare il corso. ”Ora ci troviamo a fronteggiare questa nuova situazione, tra utilizzo gratuito delle strutture e rimborsi – concluse Valori – con l’unica speranza di poter presto trovare una
soluzione alternativa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 557 volte, 1 oggi)