Real Centobuchi: Sciamanna, Gabrielli, Giangrossi, Di Michele, Cherici, Almonti, De Angelis, Cappelli, Amatucci, Galiè, Mandozzi. Vagnoni, Traini, Zingarelli, Aragrande C., Aragrande F., Cameli. All. Di Michele
Cossinea: Capriotti, Mannocchi, Tessaro, Rossetti, Fausti, Di Girolami, Cataldi, Tilli, Bassotti, Ciaralli, Balice. D’Angelo D., De Angelis, D’Angelo S., Di Girolami, Stracci, Leonardi, Butteri. All. De Angelis
Reti: 7’ Cappelli (R), 45’ Amatucci (R), 67’ Galiè (R), 81’ Tassotti rig. (C).
Arbitro: Traini di Pagliare
MONTEPRANDONE – Prosegue il momento positivo del Real Centobuchi che con la vittoria di domenica scorsa ai danni della Cossinea ha inanellato il sesto risultato utile consecutivo fatto di 3 vittorie e altrettanti pareggi portandosi così a ridosso delle prime posizioni in piena zona play off.
Partenza sprint dei biancoblu che al 7’ si portano in vantaggio grazie a Cappelli che di testa mette dentro un pallone crossato da De Angelis. Nonostante l’inedita difesa i ragazzi di mister Di Michele non corrono particolari rischi; una punizione all’11 di Tassotti contro la barriera e una conclusione sopra la traversa di Balice intorno alla mezz’ora sono gli unici sussulti degli ospiti durante la prima frazione di gioco.
Gli ospiti nonostante tutto applicano un fuorigioco molto alto che in diverse occasioni ha visto gli attaccanti del Real finire in fuorigioco; non al 38’ quando in un’azione corale tra Mandozzi, De Angelis e Amatucci portano quest’ultimo a scoccare un tiro che termina non lontano dall’incrocio dei pali.
Allo scadere arriva il raddoppio locale, protagonista il bomber Amatucci che dal vertice sinistro dell’area prima si libera del suo avversario e poi fa partire un rasoterra preciso sul primo palo dove il portiere non riesce ad arrivare.
La ripresa vede sempre il dominio territoriale del Real che cerca il colpo del ko e chiudere definitivamente la partita, ma è la Cossinea ad avere una buona occasione con Ciaralli ma l’attaccante rossonero viene anticipato da Cherici al momento del tiro. Alla mezz’ora si materializza il terzo gol ed è Galiè a metterlo a segno dopo essere stato servito in area da Di Michele infila il portiere Capriotti sul secondo palo. Per l’attaccante biancoblu non poteva essere più felice il suo rientro in campo dopo l’infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per alcune settimane.
Il punteggio sarebbe potuto essere più rotondo ma le occasioni capitate sui piedi di Amatucci prima e Galiè poi non sono state capitalizzate al meglio e così a meno di dieci minuti dal termine arriva il gol della bandiera della Cossinea. Cross in area di Tilli, Tassotti viene messo giù da Gabrielli e l’arbitro decreta il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta lo stesso Tassotti che realizza il 3 a 1 finale.
Nella giornata di sabato è stato perfezionato il passaggio del difensore Gianluca Gentileschi dal Real Centobuchi alla Trentina; per il giocatore la realizzazione di un sogno per la società la consapevolezza di aver avuto tra le proprie fila un ottimo giocatore.
Sciamanna: pochi i tiri che arrivano dalle sue parti. Sul rigore intuisce il tiro e non ci arriva per un soffio. 6
Gabrielli: svolge bene i suoi compiti in copertura e fa ripartire l’azione. Piccola ingenuità sul calcio di rigore. 6.5
Giangrossi: macina chilometri sulla sua fascia, degno del miglior Serginho. Da un suo cross arriva il vantaggio di Cappelli. 7
Di Michele: al centro della difesa a posto dell’influenzato Traini non fa sconti agli attaccanti avversari. 6.5
Chierici: dalla fascia sinistra a centrale ma il risultato non cambia. Argina bene le incursioni della Cossinea. 6.5
Almonti: recupera palloni a non finire. Il suo lavoro a centrocampo è il valore aggiunto di tutte le manovre offensive. 7
De Angelis: riesce sempre ad essere pericoloso con le sue discese sulla fascia destra. È tra i protagonisti del gol del vantaggio. 6.5
Cappelli: per lui il tempo sembra essersi fermato. Realizza il primo gol e supporta bene i suoi compagni d’attacco. 7.5
Amatucci: e sono cinque! Ha avuto a disposizione ampi spazi e in un paio di occasioni a sfiorato la doppietta. 7.5
Galiè: rientra dopo un infortunio e va subito in gol. Si trova bene a fare reparto con Amatucci. 7.5
Mandozzi: schierato in una posizione inedita, offre diversi palloni ai suoi compagni. Ogni tanto inventa numeri d’alta scuola. 7
Aragrande Carlo: subentra ad Almonti affaticato, copre bene la sua zona da ogni possibile pericolo. 6.5
Aragrande Federico: pochi minuti a disposizione per lui, viene schierato in copertura per tenere al sicuro il risultato. 6

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 437 volte, 1 oggi)