SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nonostante le traversie societarie e le difficoltà precipuamente tecniche, i tifosi della Samb sanno esprimere numeri di tutto rispetto. L’altro ieri i 2.953 – d’accordo, rispetto agli anni passati il calo è sensibile, lo abbiamo rimarcato più volte, eppure il dato è perfettamente in media coi numeri della terza serie – sono valsi al Riviera delle Palme il terzo gradino nel computo degli stadi più affollati, si fa per dire, del girone A.
Superiori infatti solo le presenze del Picco di La Spezia dove la capolista ha giocato al cospetto del Novara, sostenuta da 4.739 tifosi e dello stadio Olimpico di San Marino (4.518), dove i Titani hanno sfidato il Genoa e i circa 3mila tifosi al seguito. Dignitosi, almeno in considerazione della classifica delle squadre in questione, pure gli spettatori del Breda di Sesto San Giovanni (2.400 ufficiosi) e del Fadini di Giulianova (2.115).
Il dato più alto della giornata è comunque quello relativo al pubblico che ha affollato le scalee del San Paolo – ben 33.585 unità, vale a dire il numero più corposo dell’intera domenica (riposava la massima divisione, mentre si disputavano le partite della serie cadetta) – per il big match del girone B tra la formazione allenata da Edy Reja e la sorprendente Sangiovannese.
Discreti afflussi anche al Porta Elisa di Lucca (4.178) e al Curi di Perugia (4.102). Sufficienti le presenze in almeno altri tre impianti dell’ex divisione orientale: a Sassari (2800 ufficiosi), Manfredonia (2.331) e Grosseto (2.138).
Afflussi poco rilevanti negli restanti stadi di terza serie. 1.678 al Biondi di Lanciano, 1.531 al Benelli di Ravenna, 1.393 al Presti di Gela, 1.083 allo Speroni di Busto Arsizio, 463 al Sicrem di Pizzighettone e 400, ancorché ufficiosi, al Recchioni di Fermo – e pensare che stasera l’impianto canarino, che vedrà la Nazionale Under 21 giocarsi l’accesso agli Europei del 2006, farà registrare il tutto esaurito…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 348 volte, 1 oggi)