SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb è attesa da una vigilia molto simile a quella appena trascorsa, tra problemi in ambito tecnico e la svolta societaria che, per un motivo o per un altro, pare ogni volta destinata a rinvii in ordine all’ufficialità. Ironia della sorte il calendario propone la seconda sfida casalinga consecutiva (la settima stagionale); un vantaggio oppure no? Chissà.
Quel che è certo che Martini e soci dovranno vedersela contro una delle squadre più in forma del torneo, quel Pizzighettone che, squadra di un paese di appena 7mila anime in provincia di Cremona, dopo la storica promozione in terza serie agguantata lo scorso giugno, ha avuto la forza di arrampicarsi sino al terzo posto della graduatoria del girone A. Merito della terza vittoria consecutiva guadagnata ieri pomeriggio allo stadio Sicrem, a dispetto delle assenze, contro un Teramo che pure era reduce da una serie positiva lunga sei domeniche.
La banda Venturato ha capitalizzato al meglio un gol di Michele Piccolo e ora si appresta a far visita alla Samb (i tifosi stanno già allestendo un pullman per la trasferta in terra marchigiana) con l’etichetta di autentica sorpresa del girone – ha imposto il pari al Genoa e ha battuto squadre del calibro di Padova e Teramo – e, soprattutto, col morale alle stelle.
Qui di seguito vi proponiamo le dichiarazioni, estrapolate dal quotidiano La Provincia di Cremona, rilasciate nel dopo-partita di ieri pomeriggio dai protagonisti della formazione lombarda.
Franco Fiora (vicepresidente). “Non è facile centrare tre vittorie di fila. Avevamo tante assenze, è un successo del gruppo�.
Cesare Fogliazza (direttore generale). “Un bel passo avanti che ci dà tranquillità. Stiamo scalando il nostro obiettivo dei 40 punti, la classifica dà morale e il terzo posto ci fa piacere�.
Marcello Campolonghi (attaccante). «Sto per recuperare e a San Benedetto potrei andare in panchina. Comuneque vedo che i miei colleghi stanno facendo bene e quindi recupero con più tranquillità».
Corrado Bocca (direttore sportivo). “Il momento magico che stiamo vivendo dimostra la serietà del lavoro durante la settimana. Questo è un grande gruppo�.
Matteo Deinite (centrocampista). “Guardare la classifica adesso potrebbe farci male. Non è stata una bella partita ma siamo stati cinici. E con la sofferenza il successo è ancor più gustoso�.
Simone Fumasoli (difensore). “Un match sofferto ma abbiamo dato tutto per ottenere questa vittoria meritata. Abbiamo dimostrato che in questa squadra siamo tutti importanti, da chi gioca a chi sta in panchina e in tribuna. Il terzo posto in classifica è stupendo ma pensiamo alla partita di domenica con la Sambenedettese: la batosta subita ha dato la sveglia, speriamo però che rimanga intontita�.
Claudio Coralli (attaccante). Partita molto difficile, grande squadra il Teramo, davvero tre punti molto tosti. Godiamoci il momento e da domani penseremo alla prossima partita contro la Sambenedettese�.
Roberto Venturato (allenatore). “Sono davvero molto soddisfatto e contento di questa vittoria. Abbiamo avuto una dimostrazione in più di quale qualità sia questo gruppo di giocatori, nonostante le numerose assenze, tanti ragazzi che trovano poco spazio in campionato si sono fatti trovare pronti alla chiamata. Un gruppo di valore, in tutti i sensi. Noi sorpresa del torneo? Parlare di sorpresa ora, mi sembra presto, molto prematuro. Una vittoria che ci dà morale, senz’altro e fiducia nei nostri mezzi, tuttavia noi restiamo coi piedi ben piantati a terra, sappiamo che nel calcio i frutti arrivano attraverso il lavoro. Colgo l’occasione per dedicare questa vittoria al vice presidente Pietro Tacchini in occasione del suo compleanno�.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 372 volte, 1 oggi)