SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’1-1 che il Grottammare ha conquistato in casa della Pergolese fa ben sperare per il futuro. Sempre in penultima posizione, i biancoazzurri hanno mostrato segni di miglioramento. Il fatto di aver reagito al gol incassato e di non aver permesso all’avversario di portarsi ulteriormente dinanzi a Di Salvatore, sono stati piccoli passi in avanti per i ragazzi di mister Amaolo.
Consolidato il primato in classifica (la Biagio Nazzaro ha pareggiato 1-1 con la Montegiorgese), il Centobuchi ha fatto capire alle agguerrite inseguitrici che l’1-0 rifilato alla Fermignanese non è più una casualità. La squadra del tecnico De Amicis ha raggiunto la vittoria al 95’ grazie alla trasformazione dal dischetto di Rosa dopo un avvio di ripresa fatto di cuore determinazione.
Ottavo posto in graduatoria a sole sei lunghezze dalle capoliste Recanatese e Montegranaro, la Cuprense ha conquistato un punto con il Potenza Picena impattando 0-0. La pericolosità dei gialloblu non è stata premiata con un gol merito anche di un avversario prudente nel reparto arretrato. Tuttavia il pari ha dato buone indicazioni al tecnico Clerici.
Finisce 0-0 la sfida tra la Ripa e l’Acquasanta. Gli amaranto si sono ben comportanti contro la capolista non subendo reti. Un punto fondamentale per i ragazzi di Antognozzi non solo per la classifica che si è mossa di una posizione ma per il morale dal momento che il risultato positivo è stato conquistato contro i termali, vera forza di questo campionato.
È crisi per l’Acquaviva. Benché la gara con la Stella sia finita con una sconfitta per 2-1, gli aranciocelesti non hanno di certo demeritato. Dopo un primo tempo equilibrato, al vantaggio degli ospiti ha risposto prontamente Marcelli. Poi l’espulsione di Balletta per protesta causa un gol regolare annullato, il nuovo vantaggio della Stella al 94’ e la traversa colpita dallo stesso Marcelli non hanno salvato la squadra di Travaglini dal terzultimo posto.
Senza sei titolari, il Porto d’Ascoli ha volato ugualmente. L’1-0 rifilato alla Monteprandonese è stato combattuto ma giocato con grande carisma e determinazione. Il successo esterno, latitante dalla prima di campionato, è servito ai biancocelesti per stabilirsi al quinto posto in compagnia della Sangiorgese (anch’essa vittoriosa per 1-0 sul Comunanza).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 229 volte, 1 oggi)