CUPRA MARITTIMA – Da quattro anni il comune di Cupra ha organizzato un servizio di trasporto gratuito, indirizzato a quanti, per diversi motivi, sono impossibilitati a spostarsi autonomamente.
Il servizio è effettuato con un pulmino da otto posti che è stato donato al comune dalla famiglia Ciccarelli. Il mezzo è condotto principalmente dal sig. Franco Di Giacomo, un volontario Auser che ne cura anche manutenzione.
Il comune però lancia un appello perché altri cittadini si rendano disponibili a collaborare, soprattutto come autisti, affinché il servizio possa essere potenziato, si possano evadere un numero maggiore di richieste e sia istituzionalizzato definitivamente questo servizio che il comune non può in nessun modo portare avanti da solo, mancando le risorse necessarie. Agli autisti è corrisposto un rimborso spese.
L’iniziativa è sotto la supervisione dell’Assessore alle Politiche Sociali Matilde Cameli, che valuta le varie richieste che provengono al comune, mentre il responsabile dell’organizzazione e gestione operativa è di Maurizio Virgulti, funzionario che si occupa del servizio civile.
Per poter assicurare il servizio, il comune si avvale, inoltre, già anche della preziosa collaborazione delle associazioni U.n.i.t.a.l.s.i. e Croce Rossa di Cupra Marittima, oltre ai volontari del servizio civile.
Il servizio è così articolato:
– bus navetta quotidiano tra il Paese Alto ed il centro cittadino alle ore 9.00; ritorno previsto ore 10.15;
– trasporto a visite mediche e terapie presso specialisti, ospedali o case di cura;
– bus navetta ogni sabato per il cimitero ( h. 10.00/11.30).
Per qualsiasi informazione sui servizi disponibili e per eventuali adesioni si può chiamare lo 0735-776731.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 300 volte, 1 oggi)