Sequestrate tra le Marche e la Calabria 12.500 confezioni di detersivo contraffatte e potenzialmente tossiche. L’elevato valore di PH della merce, proveniente dalla Calabria, risulta così elevato da poter provocare irritazioni alla pelle al solo contatto.
Una pattuglia di finanzieri, insospettiti da alcune lievi differenze del packaging, dell’erogatore e del colore della confezione rispetto all’ originale, ha individuato e bloccato il mezzo che trasportava le merci poco prima dell’ arrivo a destinazione, all’altezza di Pedaso. Altri 6.000 contenitori con il detersivo fasullo sono stati subito posti sotto sequestro nel magazzino di Rossano (Cosenza) da cui il materiale era partito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 244 volte, 1 oggi)