SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La chirurgia protesica mininvasiva, subire un’operazione e poi recuperare in modo veloce e totale, è ciò che i pazienti, oggi, possono e devono pretendere. Di questo si parlerà in un evento formativo promosso ed organizzato dalla SANIT di San Benedetto (Presidio ambulatoriale di recupero e rieducazione funzionale, convenzionato ASUR) il 26 e 27 novembre, alla Sala Smeraldo dell’Hotel Calabresi.
“Gli interventi oggetto del workshop di fine novembre – ha tenuto a precisare uno degli attesissimi relatori, il dott. W. Pascale, responsabile di Artroscopia e Chirurgia del ginocchio all’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, incontrato giovedi’ scorso, alla sala conferenze del ristorante “Da Gabriele, L’Aragosta? di Martinsicuro – sono operazioni chirurgiche complesse, che richiedono una avanzata tecnologia e soprattutto un lavoro fisioterapico ed infermieristico preciso?.
“Così la nostra azienda – ha continuato Gianluca Passerini, manager SANIT – da sempre sensibile alle tematiche dell’innovazione e della formazione permanente, ha istituito un corso di aggiornamento rivolto, in modo particolare, a queste categorie sanitarie, alle quali, rilasceremo un certificato di frequenza del Ministero della Salute con la specifica dei crediti formativi acquisiti.?
Sabato 26 novembre, aprirà i lavori, il Direttore dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale- Zona Territoriale n. 12, il dott. Maurizio Belligoni.

Chi fosse interessato, può contattare i numeri, 0735.753301- 334.3070187 o l’indirizzo e-mail: sanit.fisioterapia@libero.it.
Il corso è a numero chiuso. Sono previste solo 200 iscrizioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)