SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è tenuto presso la sala del Dopolavoro del Cinema delle Palme sabato 5 novembre il Congresso della Federazione Provinciale della Sinistra Giovanile. Nell’analizzare la situazione politica si è convenuto nel riconoscere che vi è stato nell’ultimo periodo un profondo cambiamento degli orientamenti di decine di migliaia di ragazze e di ragazzi.
Le motivazioni sono molteplici. Negli ultimi quattro anni, il Governo Berlusconi non ha rivolto loro nessuna attenzione. Anzi tutte le iniziative assunte vanno nella direzione di aumentare le difficoltà che le ragazze e i ragazzi affrontano nella vita di tutti i giorni. La paurosa precarizzazione del lavoro, la blindatura degli ordini professionali, la controriforma Moratti della scuola, l’umiliazione dei giovani ricercatori universitari, l’assenza di qualsiasi aiuto alle giovani coppie per l’accesso alla casa, la cancellazione dei contributi per i giovani imprenditori: sono solo alcune delle conseguenze della politica della destra.
Si commentano poi da soli il Disegno di legge relativo alla chiusura anticipata dei locali notturni, e la proposta di Fini di punire con il carcere i semplici consumatori di droghe leggere. Ma in questi anni è mancata soprattutto, da parte della Destra, qualsiasi comprensione dei movimenti giovanili (per la pace e per una globalizzazione più giusta), che hanno riproposto l’idea di una politica internazionale capace di realizzare un mondo con meno disuguaglianze e più opportunità.
Il berlusconismo non è capace di dare risposte adeguate a queste domande, anzi chi è oggi al Governo continua a dare un’idea della politica ripiegata su se stessa, curva sui propri interessi e incapace di guardare al di là delle piccole contingenze di palazzo. Mentre i giovani, per definizione, scrutano il futuro e vorrebbero vederlo meno fosco di quanto oggi appare. È perciò compito della Sinistra parlare alla testa e al cuore di milioni di ragazze e di ragazzi che hanno voglia di battersi per garantirsi un futuro dignitoso e per costruire un mondo più giusto.
Un primo passo nella giusta direzione i Democratici di Sinistra e la Sinistra Giovanile l’hanno compiuto.
La Proposta di legge “Disposizioni in materia di accesso al futuro per le giovani generazioni” è un provvedimento concreto che tocca i temi dell’accesso alla casa, dell’impresa, del lavoro, dei saperi e che si propone quindi di agevolare i percorsi dei giovani verso l’età adulta.
È per questo che la Sinistra giovanile si impegnerà a far conoscere alle giovani generazioni questa proposta, convinta sempre più che per battere la destra e poi ridare slancio e competitività al paese è necessario investire con coraggio proprio sulle ragazze e sui ragazzi.
Il congresso si è concluso con la votazione all’unanimità di Giorgio Mancini quale segretario dell’organizzazione e con la votazione degli organismi direttivi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 219 volte, 1 oggi)