Politica. Franco Zazzetta suggerisce di pensare più ai progetti per la città che alle candidature. Sarebbe l’ideale perchè così, anche un mediocre sindaco, potrebbe essere utile per la comunità. Gli basterebbe mettere in pratica quanto concordato. Speriamo bene anche perché sembra difficilissimo trovare una figura emergente, al di là delle credenziali guadagnate nei partiti di appartenenza. Sulle quali Giovanni Gaspari è leader assoluto. Sull’altro fronte ci sarebbe Pasqualino Piunti il quale attira più voti che simpatie interne. Per il resto personaggi destinati a fare gli sparring partner. Non credo che qualcuno possa offendersi. Nemmeno Pietro D’Angelo che conosce il sistema più di molti altri. Sto anticipando le Primarie? Non mi sembra impresa ardua. Felice di essere smentito.
Samb. E’ sicuramente vicina la soluzione delle vicende societarie senza escludere la conferma di Mastellarini & C. Per il resto stiamo assistendo a replay nei quali spicca preponderante un nome: Alberto Soldini. La prima cosa che mi sono domandato in questi giorni è questa: chi è? Domanda lecita visto che non è persona nota nel panorama italo-europeo. Almeno secondo Google. E che nessuna testata sportiva nazionale ha riportato le sue intenzioni. Né virgolettate, nè senza. Non parliamo di foto. Sui giornali ho letto “imprenditore romano” e basta. In un altro “imprenditore romano, operante nel campo dell’edilizia e della nautica, e proprietario di cavalli da corsa” (Sono sincero: ‘cavalli da corsa’ mi ha fatto venire in mente la famosa frase di Antonio Venturato dopo la vittoria di Perugia “i cavalli da corsa bisogna foraggiarli per farli correre” puntini, puntini). Nessun riferimento per carità. Fino a prova contraria. Per esempio un numero di telefono, quello di Alberto Soldini naturalmente (da non confondere con Giovanni navigatore solitario) sarebbe utilissimo. Personalmente gradirei saperne di più, prima della fatidica conferenza stampa di presentazione. Ricordate tale Agnello? Un’altra frase letta sui giornali che mi ha colpito (e impensierito) è questa: “Agli amici più stretti”. Ripeto: e chi sarebbero costoro? Insomma si parla spesso di quello che fa e che farebbe Soldini Alberto ma nessuno ancora dice chi realmente è. Lui e gli amici stretti. Perchè? Qualcosa mi sfugge. Mi auguro che i Mastellarini ne sappiano di più anche se a me non risulta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 109 volte, 1 oggi)