SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nel pomeriggio la Samb ha ripreso a lavorare sul sintetico di Porto d’Ascoli. Dopo la batosta di Salerno Luciano Zecchini, prima di dare il via all’allenamento, ha tenuto a rapporto la squadra nel chiuso degli spogliatoi, allo scopo di catechizzarla a dovere in vista del prossimo impegno di campionato al cospetto del Cittadella.
Fermi gli infortunati Tedoldi, Rosati e De Pascale, hanno lavorato a parte Colonnello, ripresosi dall’influenza, e Femiano, ancora sofferente alla caviglia sinistra. E’ invece rimasto fermo l’uruguaiano Damian Macaluso, per un problema ai flessori della gamba destra.
Nel corso della seduta pomeridiana non si sono registrate contestazioni di sorta da parte dei sostenitori rossoblù. Pochi i tifosi presenti, i quali hanno tenuto in comportamento esemplare, sulla stessa lunghezza d’onda quindi dei 400 e più che l’altro ieri hanno accompagnato la squadra in Campania.
Gabriele Mastellarini, responsabile delle relazioni esterne del sodalizio del Viale dello Sport, nonché figlio del presidente rivierasco, manifesta soddisfazione per la linea adottata dalla tifoseria. “Spero che adesso, dopo la sconfitta di Salerno, non si inauguri l’ennesima settimana di passione�, esordisce. “Mi ha fatto piacere sapere (non essendo presente all’Arechi, ndr) che in Campania i tifosi ci hanno sostenuto dall’inizio alla fine; la gente ha dimostrato di essere vicina alla squadra. Spero continuino a farlo, ne abbiamo bisogno�.
Una sconfitta così rotonda però la Samb non la subiva da oltre quarant’anni (a Foggia e a Brescia, torneo di serie B edizione ’62-’63). “Anche l’anno scorso – controbatte Mastellarini junior – abbiamo perso contro la Fermana, squadra che al Riviera non vinceva da oltre quarant’anni. Poi sappiamo tutti come è andato a finire il campionato; speriamo che anche in quello attuale le cose alla fine si sistemino�.
Gran parte della tifoseria, come pure la carta stampata, ha puntato l’indice sull’assenza, al termine del match dell’Arechi, della dirigenza. Testimonianza della presenza impalpabile della societĂ ? Oppure? “Mio padre al termine della partita è voluto andar via, io non c’ero e Dossena è in Sudamerica. Non ci vedo niente di strano nel fatto che nessuno si sia presentato in sala stampa. C’era l’allenatoreâ€?. Come dire: bastava e avanzava. “Il presidente di una squadra di calcio – conclude Gabriele Mastellarini – non è tenuto a rilasciare dichiarazioni nel dopo partita, non mi sembra assurdo quello che è successo a Salernoâ€?. (Effettivamente non c’è nulla di strano: non ci sembra che queste polemiche avvengano in altre piazze d’Italia, ndd).
Ciò che invece si è consumato sul campo ha un che di preoccupante. Concorda o forse reputa allarmisti i commenti e le critiche mosse dai media locali?
“A mio parere si passa da un eccesso a un altro: dopo la gara contro il Lumezzane eravamo dei fenomeni, ora invece siamo dei somari, nonostante la nostra classifica sia ancora buona. Prendere cinque gol fa parecchio male, ma avevamo delle attenuanti. Quali? La difesa tutta nuova, le innumerevoli assenze ed un Martini al cinquanta per cento. Inoltre non dimentichiamoci che la Salernitana è una signora squadra�.
A differenza di questa Samb che necessita, lo sentenziò a piĂą riprese Galderisi e lo ha ribadito lo stesso Zecchini, di rinforzi. Adesso o piĂą avanti? “Sappiamo delle lacune della squadra – risponde il responsabile delle relazioni esterne della Samb Calcio – specie in mezzo al campo, dove ci manca quel tasso di esperienza e qualitĂ  che possa fare la differenza. I rinforzi arriveranno, ma non prima di gennaio, non reputiamo possa fare al caso nostro il mercato degli svincolatiâ€?.
La scorsa settimana era circolato con insistenza un nome, vale a dire quello del difensore Giacomo Dicara. “Ripeto che non prenderemo in considerazione gli svincolati e poi la difesa, una volta rientrati gli infortunati, è reparto sufficientemente numeroso e completoâ€?. E il centrocampista Luca Minopoli – altro nome, anche se sotto contratto con il Pescara, suggerito di recente da radiomercato? “Potrebbe interessarci, ma al momento non è un’operazione fattibileâ€?.
Segnaliamo a margine che lo staff tecnico rivierasco ha fissato per domani e dopodomani sedute di allenamento doppie; la consueta amichevole del giovedì pomeriggio verrà probabilmente disputata in famiglia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 776 volte, 1 oggi)