SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prematuro o avventato che sia, il Porto d’Ascoli aggancia la zona play off seppur condivisa con Sangiorgese (ancora da sfidare, 12° giornata) e Valtesino (battuta 3-1 alla 6° giornata). Un ulteriore passo in avanti dei biancocelesti che ora devono dare continuità alla positività del momento.
Sebbene sabato contro l’Offida la squadra dl tecnico Grilli non abbia impresso quel gioco tanto armonioso quanto convincete, ha pur sempre conquistato una vittoria basilare ai fini di una agguerrita classifica. E c’è da aggiungere che il Porto d’Ascoli ha sbloccato la sua vena realizzativa, nelle ultime quattro gare ha siglato ben dieci reti subendone soltanto tre. Una prospettiva che allude ad un proseguo di stagione di indubbio interesse anche perché fino ad ora sono andati in gol i 6/11 della squadra che scende abitualmente in campo.
Nella sfida con la Monteprandonese mister Grilli deve rinunciare a diversi titolari. Un turno di riposo per Filipponi causa squalifica. Sansoni è alle prese con una caviglia malconcia non ancora guarita. Stiramento al polpaccio per Palanca che vede il rientro forse a fine mese. Straccia uscito dopo 14 minuti di gioco ha subito uno stiramento di 2 cm al gemello mediale, la prognosi parla di 20 giorni.
Prosegue la riabilitazione di Del Toro, questa settimana dovrebbe tornare a correre ma per rivederlo in campo si deve attendere la fine del mese massimo i primi di dicembre. Buone le condizioni di Clementi (autore pure di un gol) e Rocchi che sabato hanno giocato l’intero incontro. Recuperati Pompei (guarito dall’influenza) e Fiorino che ha disputato l’ultima mezz’ora.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 200 volte, 1 oggi)