SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Voluto dal Commissario straordinario Carlo Iappelli, si è tenuto stamane un incontro tra tutte le parti interessate a definire la nuova collocazione del mercatino estivo del lungomare Rinascimento.
Erano presenti: per il Comune, con il Commissario Iappelli il dirigente Polidori e i funzionari Marinangeli, Antolini, Massi e Fabiani. Per gli operatori, Giudici e Angellotti di Confcommercio, Sciarra di Confesercenti, Chiodi, Costantini e Gagliardi di Cidec. Presenti anche i quartieri Mare Sentina ed Europa con i presidenti Cicconi e Marinangeli e l’Assoalbergatori con Mazzocchi.
Com’è noto, ed è stato ribadito anche stamane, la Regione e l’Agenzia del Demanio, proprietari dell’area in questione, hanno chiaramente espresso, sin dai tempi della Conferenza dei servizi per l’esame del progetto di riqualificazione del viale, la propria contrarietà all’utilizzo delle aree demaniali per l’installazione delle bancarelle.
Il Commissario Iappelli, nel ribadire che il rispetto della legalità sarà il tratto distintivo delle scelte che farà l’amministrazione, ha sottoposto all’attenzione degli operatori tre soluzioni alternative: una fa propria la proposta avanzata dal quartiere Mare – Sentina, cioè l’utilizzo dell’area verde di via dei Mille retrostante i residences Michelangelo. Una soluzione che presuppone l’acquisizione, da parte del Comune, dell’area ancora di proprietà privata: la trattativa è già in atto.
La seconda ipotesi contempla la collocazione delle bancarelle lungo il marciapiede ovest di viale Scipioni, a ridosso del “percorso vita? confinante con il campo sportivo Merlini. Una soluzione che non vede favorevole il quartiere Europa che paventa la possibilità che il luogo, protetto dalla barriera di bancarelle, possa diventare luogo per traffici illeciti. Naturalmente l’Amministrazione sarebbe disponibile ad effettuare migliorie per rendere più ariosa e luminosa la pineta.
La terza ipotesi avanzata dal Comune è quella di collocare il mercatino nell’area non asfaltata ad est del Palazzo dei congressi, ovviamente previa opportuna sistemazione.
Le associazioni di categoria hanno preso atto delle soluzioni prospettate e hanno chiesto qualche giorno di tempo per valutare le proposte con gli associati. Un nuovo incontro si terrà lunedì prossimo 14 novembre alle 18.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 416 volte, 1 oggi)