GROTTAMMARE: Di Salvatore, Cocciardo, Moro, Del Moro, Pulcini(69’ Suppa), Traini, Oddi, Marcucci, Vergari(66’ Costanzo), Puglia, Mainenti. A disp: Vaccarini, Adamoli, Di Paolo, Costanzo, Suppa, Marini, Empolo. All Amaolo
MACERATESE: D’Ambrogio, Romagnoli, Tomi, Vagnoni, Marcantoni, Santori, Castiglione, De Reggi(76’ Iossa), Pazzi, Montingelli(86’ Pallotta), Crocetti(60’ Bulgari). A disp: Albanesi, Iossa, Guzzini, Bulgari, Biondi, Pallotta, Nemo. All Minuti
Arbitro De Nitto di Brindisi; spettatori circa 250; angoli 2 – 2. Marcatore: Pazzi al 92°
CRONACA – Al 31’ Montingelli batte una punizione da 30 metri ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 47’ De Reggi su assist di Crocetti si smarca bene al limite dell’area ma il suo tiro finisce come il precedente. Finisce senza grandi emozioni questo noioso primo tempo. Nessuna grande opportunità per entrambe le formazioni, tranne quella per De Reggi nell’ultimo minuto di recupero. Partita quindi molto equilibrata, solo 4-5 punizioni per la Maceratese ma nessun pericolo per i portieri. Sei minuti dopo la ripresa Marcucci lancia Mainenti, il quale viene però anticipato prontamente dal portiere biancorosso, costretto a correre per respingere con i piedi. Al 52’ la punizione di Marcucci finisce di poco alta. Dopo appena tre minuti Puglia si ritrova una ghiotta occasione, smarcato e davanti la porta avversaria dopo il calcio d’angolo battuto da Marcucci; la difesa della Maceratese riesce però a deviare il tiro del numero 10 biancoceleste in calcio d’angolo. Al 56’ le squadre continuano a fronteggiarsi, questa volta con un traversone di Castiglione su punizione, seguito da una breve mischia dovuta alla palla non trattenuta da Di Salvatore; Moro pone fine al pericolo calciando lontano. Al 60’ Traini dalla destra prova a calciare sul secondo palo, ma nulla di fatto. A un minuto dalla fine del tempo regolamentare Pazzi prova il tiro, ma finisce sul portiere. Al 92’ è ancora Pazzi il protagonista: tira a fil di palo da dentro l’area di rigore avversaria e porta la Maceratese al vantaggio definitivo, a 2 minuti dalla fine.
Il commento dell’allenatore della Maceratese Nocera: “Il Grottammare non mi sembra una squadra da retrocessione. Noi abbiamo dato di più nel primo tempo, ma il goal è arrivato proprio alla fine del secondo, quando gli avversari hanno cercato maggiormente la vittoria?.
Il commento dell’allenatore biancoceleste Amaolo: “Avremmo meritato di più durante il secondo periodo di gioco. Troppi episodi contrari si sono susseguiti in queste giornate. La squadra ha messo in campo tutto l’impegno e il coraggio, ma ancora una volta non sono bastati. Con i limiti che abbiamo facciamo fatica a trovare un episodio positivo per rimetterci in carreggiata. Stavolta poi c’era di mezzo anche qualche problema fisico. Mi dispiace perché cerchiamo sempre di mettercela tutta?.
LE PAGELLE
Di Salvatore 6 non può fare nulla sul goal
Cocciardo 5 generoso ma lascia libero Pazzi sul goal
Moro 6 adempie al suo ruolo
Del Moro 6.5 cerca di spingere
Pulcini 6.5 ce la mette tutta
Traini 6 determinato ma non incide
Oddi 6 marca il suo uomo
Marcucci 7 cerca la vittoria ma la squadra non lo segue
Vergari 6.5 non gioca nella sua solita posizione ma si batte con volontà
Puglia 6.5 sfiora il goal
Mainenti 5.5 si trova solo davanti e dimostra i suoi limiti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 342 volte, 1 oggi)