SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “I lunedì di pianeta Musica”, la serie di incontri promossi dalla Biblioteca comunale per far conoscere alcune novità editoriali, riprende lunedì 7 novembre alle ore 17.30 nell’Auditorium, il lungo itinerario musicale “oltre le categorie”, traghettando questa volta i partecipanti lungo i Tropici, dal Capo Verde al Brasile, due paesi che hanno molte affinità (le ascendenze africane, la dominazione portoghese) ed altrettanto grandissime differenze.
Il primo è un minuscolo arcipelago di isole in mezzo all’Oceano, vessato dalla siccità e abbandonato da sempre a se stesso. Di qui la sua lunga storia di sofferenze ed abbandoni che la musica riproduce ed amplifica. Protagonista assoluta è la voce struggente di Cesaria Evora, la “diva dai piedi scalzi”, così soprannominata perché si ostina a calcare le scene di tutti i teatri del mondo com’era abituata a fare passeggian-do nel suo Paese.
Tutt’altra storia è quella del Brasile, un paese immenso caratterizzato da contrad-dizioni profonde, dove l’opulenza convive con la miseria delle favelas. Lunedì 14 novembre, sempre alle 17,30 in Auditorium, si parlerà del movimento tropicalista che, sul finire degli anni Sessanta, ha segnato profondamente la vita culturale brasiliana aprendola ai nuovi scenari internazionali.
“La nostra generazione – ricorda Gilberto Gil – ha sempre avuto un sogno: il so-gno del mondo”. Musicalmente parlando, veniva tradotto assimilando e trasformando tutto quanto si muoveva sulla scena: dal rock al pop, dal jazz alla canzone d’autore. Protagonisti i “Dolci barbari” e cioè, assieme a Gil, Caetano Veloso, Maria Bethania e Gal Costa. Analogamente ai barbari che invasero Roma, le fervide menti dei quat-tro diedero vita ad un’invasione indolore, dolce appunto, di tutte le città del Brasile per conquistarle all'”amore universale”.
A guidare il tour sarà il responsabile di Pianeta Musica, Rodolfo Dini, che pro-porrà immagini e suoni veramente straordinari. Un appuntamento da non perdere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 308 volte, 1 oggi)