SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tutto per una palestra. Nel pomeriggio di ieri, presso la scuola elementare Alfortville (II° Circolo Didattico), c’è stata una forte protesta di alcuni genitori e della società sportiva di ginnastica World Sporting Academy nei confronti delle scelte del direttore di circolo Giovanni D’Angelo.
Il motivo risiede principalmente nell’accavallamento degli orari di fruizione della palestra con la nuova società di basket, collegata alla Cestistica Basket di Ascoli Piceno. “Abbiamo una convenzione con il comune per l’uso della palestra – affermano alcuni genitori di atleti della World Sporting Academy – ma da oggi è impossibile usufruirne a causa della presenza della Riviera Basket?.
Questi ultimi (sembra che si tratti di una società sportiva non sambenedettese) hanno iniziato la loro attività ieri, e avranno diritto, in base al Piano di Offerta Formativa, ad usufruire della palestra dal lunedì al venerdì, a partire dalle ore 16. Orario che va in contrasto con quelli della World Sporting Academy, che in questo inizio di anno scolastico si è allenato per la ginnastica ritmica nei giorni di martedì, giovedì e venerdì, a partire dalle 17 (circa 50 bambini frequentano i corsi di ritmica della W.S.A., e di questi circa 40 sono alunni della scuola Alfortville).
Sorge quindi un interrogativo: per quale motivo c’è stato un accavallamento di date e orari? Una semplice piccola disorganizzazione facilmente rimediabile oppure per la World Sporting Academy non sarà più possibile allenarsi alla palestra di Alfortville? Il direttore del secondo circolo Giovanni D’Angelo ha però ricordato ai presenti, durante l’animata discussione, che la World Sporting Academy deve convenzionarsi con l’impresa di pulizia. A questo punto il presidente della World Sporting Academy, Jean Carlo Mattoni, ha dichiarato che “noi siamo pronti ad avere una convenzione per le pulizie, a patto che però la palestra sia ugualmente pulita prima del nostro arrivo: non sono disposto di pagare per pulire lo sporco non nostro?.
I toni sono rimasti molto accesi anche dopo che il direttore, visibilmente irritato dalla protesta, ha lasciato la piccola assemblea, accompagnato dall’ex assessore alle attività produttive Marco Lorenzetti (“Non c’è alcun problema, tutto si risolverà presto?, ha dichiarato).
Intanto questa mattina il direttore D’Angelo si è recato presso il comune di San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 727 volte, 1 oggi)