SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continua senza ulteriori sorprese la marcia di avvicinamento della Salernitana al secondo impegno consecutivo casalingo contro la Sambenedettese. Ieri i granata hanno ripreso ad allenarsi presso il centro sportivo di Paestum. Al momento il giocatore che desta maggiori preoccupazioni è l’attaccante Ferraro, sempre diviso tra palestra e piscina per rimettersi dall’infortunio alla caviglia. Si sono regolarmente uniti al gruppo Scotti, Vastola e Shala (quest’ultimo, causa squalifica, dovrà in ogni caso saltare il match dell’Arechi).
Si allena coi compagni anche De Cesare, multato dalla società granata dopo l’intervista apparsa sul Messaggero domenica scorsa. Il calciatore ha avuto un colloquio chiarificatore col diesse Gentile, al quale ha detto di aver rilasciato l’intervista in questione un mese fa. La Salernitana in ogni caso ha, come detto, provveduto a comminargli l’ennesima multa, dopo quella infertagli successivamente all’episodio occorso nella sfida contro il Cittadella.
Carmine Gentile ha peraltro precisato che la dirigenza granata ha assoluta intenzione di intervenire sul mercato, ma solo il prossimo gennaio, senza dunque ricorrere agli svincolati, in modo tale da rinfocolare le mire d’alta classifica della squadra di Maurizio Costantini. E all’orizzonte si profila una vera e propria rivoluzione, specie per il reparto avanzato, quello per intenderci che ha disatteso maggiormente le aspettative della piazza: con sei realizzazioni le ‘bocche da fuoco’ granata vantano il terzo peggiore attacco del girone, sopravanzando quelli di Fermana e Ravenna.
Eventuali arrivi verranno comunque perfezionati non prima di aver un poco sfoltito la rosa – sulla lista dei partenti compare verosimilmente De Cesare ed il compagno di reparto Di Vicino, per il quale si registra un interessamento da parte del Genoa. Il direttore sportivo campano ha infine precisato che ulteriori e approfondite valutazioni verranno effettuate in questi due mesi di campionato che separano la Salernitana dall’apertura del sopraccitato mercato di riparazione.
In ultimo segnaliamo che la squadra, unitamente al diesse Carmine Gentile e al vice presidente Domenico Iennaco, stamane, invitata dagli ultras della Curva Sud, ha presenziato alla commemorazione dei quattro tifosi granata tragicamente scomparsi il 24 maggio 1999, in seguito al rogo scoppiato sul treno Piacenza-Salerno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 402 volte, 1 oggi)