SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La fattiva collaborazione tra l’Associazione Cartapesta Sambenedettese e la Dottoressa Stefania Marini, dirigente del terzo circolo didattico di San Benedetto, ha dato i suoi frutti. Gli alunni della quinta A della scuola elementare di Ragnola, seguiti amorevolmente dagli specialisti Mariano Narcisi, Sofia Sebastiani, Roberto Grannò,Giovanni Bartolucci e Antonio Bordo, a tempo di record hanno realizzato delle zucche in cartapesta raffiguranti la classica lanterna di Halloween. Gli scolari, guidati dall’insegnante Fiorella Olivieri, hanno compiuto una vera e propria impresa, se si pensa che in tre lezioni di laboratorio della durata di un’ora ciascuna hanno realizzato dei lavori assolutamente non facili per dei bambini di quell’età. Ora gli specialisti dell’Associazione Cartapesta Sambenedettese stanno per iniziare una nuova “avventura? che porterà, sempre nello stesso circolo didattico, alla realizzazione di decorazioni natalizie che poi ogni alunno personalizzerà secondo i propri gusti. Inoltre, già altri istituti (come la scuola del quartiere Ischia di Grottammare) si sono prenotati per avere a disposizione gli esperti della lavorazione della cartapesta in modo da poter iniziare le attività per le prossime festività .
L’Associazione Cartapesta comunica a tutti coloro che hanno intenzione diimparare i rudimenti di questa antica arte, che possono mettersi in contatto per iniziare le attività di base e diventare in un secondo tempo specialisti della cartapesta.
L’Associazione Cartapesta Sambenedettese è reperibile attraverso la propria casella di posta elettronica info@cartapestasbt.it.
Maggiori informazioni si possono avere consultando il sito Internet www.cartapestasbt.it. L’Associazione Cartapesta Sambenedettese nasce all’inizio dell’estate 2003 dalla fantasia di alcuni ragazzi che da anni partecipano attivamente al carnevale ma che, vista la mancanza di una risposta a quella che era la “loro? idea di carnevale, hanno deciso di impegnarsi in prima persona per realizzarla. Immediatamente, dal confronto delle varie personalità dei componenti il gruppo e dalle loro specifiche esperienze, il discorso si è subito ampliato in diverse direzioni dalle quali si sono delineate le direttrici di quella che sarà, più tardi, l’Associazione Cartapesta Sambenedettese. La volontà iniziale dei promotori dell’associazione si è quindi tradotta, in breve tempo, nella ricerca di personaggi, che potessero contribuire alla crescita dell’associazione. In molti hanno aderito mettendo a disposizione capacità e tempo per realizzare quel “carnevale bambino? che mancava nella nostra città.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.164 volte, 1 oggi)