GROTTAMMARE – Non ci meravigliamo che il presidente del Consiglio Comunale Stefano Fabbioni non sia super partes. Oltre violare il dovere istituzionale della imparzialità difende l’amministrazione dichiarando alla stampa notizie non attendibili. Quanto alla variante al piano di spiaggia 2002 tutti i consiglieri di opposizione, ed in particolare i citati Roberto Marconi, Raffaele Rossi e Vittorio Santori votarono in modo contrario la variante al piano di spiaggia e ad ogni singola osservazione ritennero di astenersi. Il Presidente omette di citare la variante n. 92 del novembre 2003 con la quale di fatto si derogava alla distanza di 15 metri per la concessione di pesca turismo, gia assegnata al signor Elvio Mazzagufo, marito della vicesindaco. A tal proposito ricordiamo al signor Stefano Fabbioni che nei verbali della commissione consiliare e del consiglio comunale non vi è traccia alcuna di discussione in merito. Perché? Con lo stesso stile il Presidente del consiglio nel tentativo di imporre lezioni sulla legge Bassanini dimentica di dire che nel conferimento dei maggiori poteri riservati al Sindaco ed alla giunta vi è facoltà di scelta dei dirigenti e delle relative incentivazioni. Di fatto di segnare il passo dell’organo dirigenziale.
Quanto alle richiamate concessioni stagionali da trasformarsi in annuali, è ora che la attuale amministrazione si assuma le responsabilità senza farsi gioco dei cittadini inducendoli a pensare che il voto dell’opposizione sia determinante (14 voti di maggioranza contro 7 di opposizione).
*I consiglieri Mariagrazia Concetti, Filippo Olivieri, Francesco Palestini, Raffaele Rossi, Mariano Ascani, Roberto Marconi, Daniele Voltattorni

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 426 volte, 1 oggi)