SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Giunta Martinelli si è dimenicata di fare anche le piccole cose, che per i cittadini sono le più importanti in quanto risolvono i problemi quotidiani. Di solito le Amministrazioni Perazzoli ad ogni inizio di stagione sportiva facevano fare in tutti gli impianti le manutenzioni necessarie a carico del Comune. La Giunta Martinelli, che si è dimessa, ha approvato il 17 giugno 2005 la delibera n° 226 per le autorizzazioni ad uso parcheggio a pagamento con custodia presso i campi di calcio in zona turistica quali “Merlini? e “Rodi” per il periodo estivo. Sempre sulla stessa delibera è scritto: “Ravvisata la necessità di finalizzare la quota prevalente degli incassi, pari all’80% per realizzare opere di manutenzione presso l’impianto sportivo interessato, d’intesa tra le parti; di affidare lo svolgimento del servizio di parcheggio alla Multiservizi S.p.A., società a capitale interamente pubblico, che ha già in convenzione il servizio per la gestione di parcheggio a pagamento della città?.
L’attività sportiva su questi impianti è iniziata verso il 20 agosto 2005 e ad oggi non sono stati ancora effettuati lavori di manutenzione. Sono circa tre mesi che la Sambenedettese, società capofila, e la Polisportiva Ragnola chiedono sia ai politici che ai responsabili amministrativi del Comune di effettuare al più presto i lavori. Nonostante che i soldi ci siano in seguito agli incassi pari all’80% dei parcheggi, non abbiamo ricevuto risposta; i sopraccitati interessati sono cinicamente sordi e negligenti alle nostre richieste.
In tal modo, i ragazzi dai 6 ai 18 anni sono costretti a giocare e ad allenarsi respirando polvere quando non piove, poiché l’impianto di irrigazione automatico “promesso? non esiste; oppure quando piove molto, le partite vengono rinviate in quanto le pompe non riescono a prosciugare l’acqua del campo a causa del cattivo funzionamento o perché sono troppo piccole. Così, una squadra che viene a giocare in trasferta da Jesi, spendendo € 400 per il pullman si vede rinviata la partita non riuscendo a a battere nemmeno un calcio d’angolo a causa dell’acqua.
Comunque la cosa più clamorosa l’ho vissuta io in prima persona, come dirigente della Polisportiva Ragnola: sabato 22 ottobre alle ore 17,30, si è disputata la partita Ragnola B-Sambenedettese B; terminata la partita stavo aspettando insieme ad un genitore che i ragazzini si facessero la doccia quando ad un tratto si è bloccata la porta di uscita rimanendo così tutti chiusi nello spogliatoio per un’ora circa – 18 ragazzini, io e un genitore – risolvendo il tutto togliendo i cardini della porta di ferro dall’interno.
Ad alta voce, i 600 giovani atleti che utilizzano l’impianto, i 1000 genitori dei ragazzi, i dirigenti responsabili delle due società sportive Sambenedettese e Polisportiva Ragnola chiedono al Commissario dott. Carlo Iappelli di fare chiarezza sul “Comune? e sulla “Multiservizi? e allo stesso tempo chiedono di effettuare urgentemente i lavori mettendo gli impianti a norma.
* ex consigliere comunale della Margherita

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 440 volte, 1 oggi)