SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo con piacere una denuncia della Delphinia Nuoto, avente per tema gli spazi per lo sport a San Benedetto. Daremo a tutte le società interessate un congruo spazio per qualsiasi loro osservazione. Scriveteci!
Delphinia addio? La società di nuoto sambenedettese ha deciso che non gareggerà più a San Benedetto: la critica della squadra di Attilio Garbati deriva da un regolamento comunale che penalizza il nuoto agonistico giovanile a vantaggio di chi pratica il nuoto per passione, magari ad un’età avanzata.
Il regolamento che disciplina l’uso degli spazi della Piscina “Gregori? fu stipulato dall’ex assessore allo sport Paolo Virgili, durante l’amministrazione Perazzoli. Ma il regolamento è ambiguo: alle varie società di nuoto sambenedettese vengono assegnati degli “spazi d’acqua? in base ad un punteggio ottenuto. Tuttavia vengono assegnati dei punteggi maggiori ai risultati ottenuti dagli atleti “Master? e dal nuoto formativo (che comporta incassi notevoli per le società), mentre non vengono “premiati? i risultati sportivi dei giovani atleti che si allenano tutti i giorni. Tutti quei ragazzi che nuotano durante la settimana amano lo sport come nessun’altra cosa, ma i loro risultati sono messi in secondo piano rispetto ad atleti, rispettabilissimi, che partecipano a campionati amatoriali (“master?).
Un esempio: la società Delphinia SBT, terza forza del nuoto marchigiano per numero di atleti partecipanti nei campionati italiani e vanto del nuoto sambenedettese, risulta, in base al regolamento comunale, la squadra peggiore di San Benedetto, in quanto i risultati degli agonisti (under 25 anni), contano pochissimo. I master (over 25), che dovrebbero rappresentare il nuoto amatoriale – quello che ad una certa età si fa per passione – vengono invece premiati dal regolamento comunale. Un esempio: a Magnini, Campione Italiano verrebbero assegnati 2 punti, mentre ad uno dei migliori nuotatori master sambenedettesi come Walter Coccia vengono assegnati punti 2,5. Perché?
Questo metodo di valutazione non viene valutato qualificante per il nuoto sambenedettese e di fronte a tutto questo la società Delphinia Sbt non gareggerà, per la stagione agonistica 2005-06 per la nostra città. Peccato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.134 volte, 1 oggi)