SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I missionari: “Uomini e donne di Speranza”. Questo il tema della veglia di preghiera per la Giornata Missionaria Mondiale che si è tenuta venerdì scorso nella chiesa di S.Filippo Neri a S.Benedetto. La chiesa alle ore 21,30 era già gremita di fedeli, in larga parte giovani, provenienti da molte parrocchie della diocesi per pregare e riflettere sulla missione. Vi erano anche molti sacerdoti religiose e religiosi.
Il tema della veglia “Uomini e donne di Speranza? ha richiamato il senso personale della partecipazione alla missione della chiesa. “I missionari sono questi uomini e donne di Speranza? – ha detto il direttore del Centro Missionario Diocesano don Francesco Ciabattoni – “che portano la luce di Cristo ad un mondo immerso nelle tenebre e nella disperazione. Ma ognuno di noi, ogni cristiano è chiamato ad essere missionario nel suo ambiente e per il mondo?. Da questa introduzione, seguita dalla visione di un breve filmato, si è lanciato un appello ai partecipanti: “diventate animatori e volontari della missione?. In molti hanno risposto, oltre 40 i fedeli che hanno riempito la scheda per ricevere il mandato. La veglia, prepararta dal Centro Missionario, è stata presieduta dal vescovo diocesano mons. Gestori e ha visto la partecipazione straordinaria del neo vescovo africano dom Lucio proveniente dal Mozambico. Si trovava in questi giorni a Roma come partecipante al Sinodo dei vescovi. Ha portato una toccante testimonianza della gente della sua terra. Della loro povertà e miseria ma anche della loro fede e speranza ne Signore Gesù. Al termine il nostro vescovo ha invitato ognuno a fare la sua parte come “uomini e donne di Speranza? e ha concluso consegnando la croce missionaria agli animatori della missione per essere punto di riferimaneto in parrocchia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 180 volte, 1 oggi)