RIPATRANSONE – Nato a Ripatransone l’11 febbraio 1909, Luciano Neroni, dopo gli esordi tenorili, indirizza i suoi studi prima verso la corda baritonale e poi verso quella di basso. Riscuote successi ovunque, facendo risuonare la sua voce in numerosi teatri italiani, tra i quali quello alla Scala di Milano e il San Carlo di Napoli, talvolta al fianco di celebrità come Gigli, Simionato, Neri, Stracciari e Maria Callas. Nel periodo anteriore al secondo conflitto mondiale e in quello immediatamente successivo, cura la stagione radiofonica dell’E.I.A.R. (odierna R.A.I). In procinto di partire per il Metropolitan di New York, la morte lo coglie il 23 ottobre 1951.
In occasione del cinquantaquattresimo anniversario della morte, Ripatransone si appresta ad omaggiare il suo illustre cittadino con un evento dalla portata sopranazionale: il Primo Concorso Internazionale di Canto Lirico “Luciano Neroni?.
Organizzata dall’assessorato alla Cultura della locale Amministrazione Comunale, con il patrocinio, fra gli altri, della Regione Marche, della Provincia di Ascoli Piceno e del R.O.L.F., la manifestazione si svolgerà il 27, 28 e 29 ottobre 2005 presso il Teatro storico “L. Mercantini?. Direttori artistici della kermesse, Ambra Vespasiani ed Ettore Nova.
La competizione, riservata a cantanti lirici di ambo i sessi e di ogni nazionalità nati dopo il 1 gennaio 1965, vedrà la partecipazione di un folto numero di soprani, molti dei quali provenienti dall’estero (Germania, Portogallo), seguiti da tenori e bassi.
Particolarmente sostanziosi i premi per i vincitori: un esempio per tutti, la borsa di studio riservata al primo classificato ammonta a 1.250,00 euro. A tutti i concorrenti, che saranno accompagnati durante l’esecuzione dal pianista Claudio Fabbrizi, verrà rilasciato un diploma di partecipazione.
La manifestazione si avvarrà della presenza di un illustre ospite: Brunilde Neroni, la nota traduttrice del poeta indiano Tagore, nonché figlia del musicista cui è intitolato l’evento.
Durante la serata finale, la platea sarà invitata ad esprimere un giudizio, riservando al suo prediletto un premio speciale.
“L’intento di questa manifestazione – dichiara l’assessore alla Cultura Remo Bruni –, che si presenta come una prosecuzione invernale della stagione estiva al Complesso delle Fonti, è quello di far conoscere ai più il nome di Luciano Neroni e d’incentivare nelle nuove generazioni l’interesse per la lirica?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 598 volte, 1 oggi)