SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un tailleur gessato grigio scuro, camicia bianca, cravatta blu, scarpe nere e lo stemma della Samb ben in vista che vivacizza il capo. Zanetti, Di Dio e Martini, modelli per un giorno, hanno mostrato le nuove divise ufficiali per la stagione 2005/2006.
Il responsabile della comunicazione Gabriele Mastellarini e il responsabile marketing Nando Vezzola affiancati da Paolo Lambertucci di Confezioni Italia si sono ritenuti soddisfatti del prodotto in quanto è importante dare un immagine forte e significativa sia della Città che della squadra che si rappresenta.
“Rispetto alla passata stagione – ha esordito Mastellarini junior – Abbiamo fatto un notevole passo avanti. Le ditte del territorio locale si sono avvicinate alla Samb, un viatico fondamentale che ci fa ben sperare per il futuro. Quest’anno siamo riusciti a presentare le divise in largo anticipo e il ringraziamento, incluso quello di mio padre assente per motivi di salute, va condiviso con tutti coloro che si sono adoperati nella realizzazione?.
Entusiasta Paolo Lambertucci di Confezioni Italia: “Abbiamo aderito subito, perché San Benedetto è una pizza di blasone dove il calcio è seguito, sentito e criticato. Non abbiamo avuto difficoltà a legare il nostro marchio all’immagine della Samb con la speranza che le recenti vicissitudini siano solo un lontano ricordo?.
Le divise sociali sono state fornite gratuitamente da Confezioni “TREA? di Passo di Treia (Mc) per gli abiti, da Camiceria “Men’s Club? di Sant’Omero (Te) per le camice, Andrea Tassinari di Montegranaro per le calzature, “Le Confezioni? di Paolo Paolini di San Benedetto per maglie, sciarpe e cappelli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 664 volte, 1 oggi)