SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Cosa c’è dietro le ripetute voci di fantomatici acquirenti della Samb, che nelle ultime ventiquattr’ore si sono rincorse in maniera vorticosa? Oggi su Il Corriere Adriatico addirittura vi era una notizia sensazionale: nel pomeriggio l’imprenditore dei trasporti Umberto Travaglini e la società Adriatica Costruzioni si incontrerebbero con la dirigenza rossoblu per concludere definitivamente l’accordo.
Conosco da anni Umberto, persona seria, uno dei soci della grande Samb degli anni ’70-’80. L’ho chiamato per saperne di più. Ma Travaglini è… caduto dalle nuvole: “Sarei portavoce di una cordata che vuole comprare la Samb? Addirittura stasera. Assurdo! Io ho soltanto partecipato ad un incontro alla Confesercenti per dare una mano alla società perché consapevole delle difficoltà che sta attraversando. Ho provato a costituire un piccolo pool di imprenditori che possano dare un piccolo contributo alla Samb, senza entrare in società. Devo dire che l’impresa non è facile ma è indispensabile provarci: sarò il primo a firmare quando la cosa verrà concretizzata. Ho voluto sempre bene alla Samb e ci tengo alle sue sorti anche come semplice tifoso. La notizia è falsa?
Insomma, Umberto non mente: e allora perché è stato chiamato in causa? Altro giro di telefonate per parlare con Carmelo Silvestri, presidente dell’Adriatica Costruzioni. Come gli accenno dell’articolo apparso sul Corriere Adriatico, si infuria: “Ho ricevuto venti telefonate in un’ora! Io non c’entro nulla e non so come il mio nome possa esser stato associato alla Sambenedettese?. Chiediamo se possa essere qualche altro socio dell’Adriatica ad essere interessato all’acquisto della società rossoblu. “Impossibile – risponde fermamente Silvestri – vi immaginate un presidente che non sa cosa fanno i propri soci? Sono molto amareggiato di come certe informazioni infondate possano essere scritte?.
Cosa c’è, dunque, sotto? Ci stiamo informando e sembra che ci sia qualcuno che vuole destabilizzare l’ambiente sportivo con notizie prive di concretezza. A quale fine? Abbiamo qualche indizio che non ci dà però la sicurezza necessaria per mettere nero su bianco. Io e la mia redazione stiamo molto attenti a queste cose. In tutti i settori. Ci preme più la gallina domani che l’uovo oggi che, per altri editori, significa semplicemente vendere più giornali, mettendo da parte l’etica e divulgando notizie appetibili anche se prive di fondamento. Noi siamo giornalisti-editori della Riviera delle Palme che tengono e puntano essenzialmente alla crescita, in tutti i sensi, del nostro territorio. Proprio per questo motivo condanniamo notizie non vere e destabilizzanti che non portano fieno alla cultura del territorio. Spero che, come spesso accade, non ci sia di mezzo la politica.
Sul Il Resto del Carlino si è scritto che Dante Paterna, socio (ex?) di maggioranza della Samb Calcio, contatta possibili acquirenti alle spalle di Mastellarini. Un dubbio che è venuto anche a me ma che i diretti interessati hanno escluso categoricamente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.070 volte, 1 oggi)