SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Doppia seduta di allenamento per la Samb che stamane ha sudato al Riviera, mentre nel pomeriggio si è ritrovata al Ciarrocchi di Porto d’Ascoli. Sono rimasti fermi Guastalvino, a causa dello stiramento rimediato alla coscia sinistra in quel di Pavia, e De Pascale (comunque squalificato per due giornate), in virtù di una botta al ginocchio presa ieri nel corso della sfida di Coppa Italia. Out pure Tedoldi, sempre alle prese con la caviglia malconcia, e il portiere Rosati. Entrambi non dovrebbero farcela in vista del match contro il Lumezzane.
E proprio in relazione alle svariate assenze che domenica prossima lamenterà il reparto difensivo (rientrerà in ogni caso Macaluso, il quale ha scontato il doppio turno di squalifica), mister Zecchini pare orientato a provare la carta Zanetti.
Il difensore, tra l’altro suo conterraneo, ieri nel primo tempo della gara contro il Real Marcianise, con indosso la fascia di capitano, si è discretamente disimpegnato e, dopo qualche panchina collezionata nelle ultime giornate, potrebbe trovare spazio sin dal primo minuto. Si tratterebbe di un bel rientro per la retroguardia rossoblù – reparto che, con 13 reti al passivo, ha sinora saputo far meglio solo della difesa della Fermana (16) –, rientro che tra l’altro riguarderebbe un calciatore che in passato, nell’esperienza teramana, aveva avuto qualche incomprensione con l’attuale tecnico rossoblù.
Segnaliamo infine che domani e sabato la Samb si effettuerà un’unica seduta di allenamento mattutino.
TIFOSI. Nel corso dell’abituale riunione infrasettimanale dei tifosi organizzati rossoblù, ha tenuto banco l’episodio occorso nella notata tra domenica e lunedì scorsi, quando un gruppetto di persone ha raggiunto il Residence Mediterraneo, dove alloggiano alcuni giocatori della Samb, per sfogare l’amarezza e la rabbia di ritorno dalla sfortunata trasferta di Pavia.
L’increscioso episodio, oltre a minare la serenità della squadra e dell’intero ambiente, sta causando non pochi problemi ad alcuni dei tifosi che vi hanno preso parte. La Questura di Ascoli Piceno infatti, sta lavorando per individuare i responsabili attraverso i numeri delle targhe delle automobili che le volanti della polizia, nel sopraggiungere quella sera, sono riuscite a prendere; in questi giorni le forze dell’ordine hanno già provveduto a convocare alcuni dei tifosi in questione.
Si aspettano insomma dei provvedimenti da parte della stessa Questura e ieri pomeriggio, nel corso della partita di Coppa Italia, il presidente del Centro Coordinamento Club Livio Righetti ha informato il presidente Mastellarini, il quale da parte sua si è detto molto dispiaciuto, assicurando peraltro il tifoso rossoblù che i giocatori non hanno mosso alcuna denuncia contro ignoti.
GIUSEPPE TAMBONE. L’ex team manager della Napoli Soccer, Giuseppe Tambone, è il nuovo responsabile amministrativo della Samb. A renderlo noto lo stesso sodalizio di Viale dello Sport. 33 anni, Tambone fu in carica al Napoli per quattro mesi, da settembre a dicembre 2004, prima di assumere il ruolo di general manager alla Rosetana. In estate ha curato la rinascita della Pro Castel di Sangro, iscrittasi al campionato di Promozione abruzzese dopo la mancata iscrizione alla serie D. Proprio nel Castel di Sangro dei miracoli ha cominciato la sua esperienza da dirigente, proseguita in seguito con Fermana e Chieti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 534 volte, 1 oggi)