GROTTAMMARE – La Perla dell’Adriatico come il Far West? Le tensioni che dividono maggioranza di centro-sinistra e Casa delle Libertà si fanno sempre più nette. Sarebbe interessante sapere se anche i cittadini di Grottammare trovano, nella frattura che si allarga tra i due poli, la corrispondenza a quella che comunemente chiamiamo “la vita di tutti i giorni?, se cioè, nel battibecco quotidiano, si notino effettivamente delle differenze che incidono praticamente nell’esperienza giornaliera. M a torniamo a noi.
E partiamo con un breve sunto dell’ennesimo caso di discordia, che poi trae origine essenzialmente dall’oramai conosciuto pescaturismo “Fish?. Le ultime accuse dell’opposizione, tralasciando i noti fatti che avrebbero coinvolto Elvio Mazzagufo (titolare della struttura e marito della vicesindaco Maria Cristina Costanzo) e il consigliere Udc Roberto Marconi, sono:
– può “Fish? essere trasformato da struttura per la Pescaturismo a ristorante?
– può aver “Fish? operato oltre l’autorizzazione di apertura fissata al 30 settembre (e aver ottenuto una deroga solo lo scorso 12 ottobre a seguito di una segnalazione dei consiglieri della minoranza?).
Il discorso si è poi allargato al tema turistico, che vede coinvolti il consigliere Filippo Olivieri, titolare dell’hotel Parco dei Principi, e il sindaco Merli. Inizialmente tra le due parti vi è stato uno scambio di opinioni sul futuro del turismo (in seguito è intervenuto anche il consigliere di An Raffaele Rossi).
Il punto è che l’intera minoranza sostiene che vi sia stato un atto di ritorsione nei confronti di Filippo Olivieri (a seguito dello scambio di opinioni attraverso comunicati stampa o per l’annoso tema del “Fish?), al quale il sindaco avrebbe ordinato la rimozione delle cabine dello stabilimento balneare del “Parco dei Principi?, tra l’altro vicinissimo al “Fish?.
Ora, l’obiettivo politico che la minoranza si pone attraverso queste polemiche è, essenzialmente, tentare di dimostrare che la giunta Merli non sarebbe affatto “trasparente? e “democratica? nella gestione del potere; lo stesso sindaco, tuttavia, risponde in maniera perentoria: “Invito i consiglieri di minoranza a esercitare il loro diritto-dovere di controllori e di denunciare a tutti gli organi competenti le irregolarità che esternano in modo che si possano assumere anche le responsabilità di quello che denunciano.?
In maniera limpida, Merli invita l’opposizione a denunciarlo nel caso siano state effettivamente commesse delle violazioni gravi: se ho sbagliato e abusato del mio potere, dice, allora fatemi giudicare.
Ma sarà possibile sapere, giudiziariamente, se l’ordinanza di rimozione delle cabine del “Parco dei Principi? o la proroga all’apertura del “Fish? possano essere considerate irregolarità amministrative?
Qui forse avremmo bisogno di una smentita ufficiale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 501 volte, 1 oggi)