GROTTAMMARE – Se Filippo Olivieri avesse rilasciato alla stampa esternazione in qualità di consigliere comunale di opposizione mi sarei astenuto dal rispondere ma, sentito telefonicamente e avendo ricevuto confer-ma che il suo intervento era stato fatto da imprenditore, sento l’obbligo di rispondere proprio perché da imprenditore Filippo Olivieri sa perfettamente quale è stata e qual è l’attenzione di questa amministrazione nei confronti degli operatori turistici.
Eravamo, siamo e saremo, come tutti sanno, assolutamente disponibili a valutare, nel rispetto rigoroso delle regole urbanistiche e della salvaguardia ambientale, tutte le necessità degli operatori turistici.
Come altre in passato, anche la sua struttura turistica è oggetto, proprio in questo periodo, di attenzione da parte dell’amministrazione: uno Sportello Unico per migliorare l’offerta turistica dell’hotel “Parco dei Principi?, struttura alberghiera di proprietà di Filippo Olivieri, sta completando l’iter e, prossimamente, previo passaggio in consiglio comunale, l’imprenditore Filippo Olivieri potrà ammodernare la sua offerta.
Non riesco quindi a capire la ragione dell’intervento di Filippo Olivieri. Come amministratori di questa città, abbiamo scelto, fino ad oggi, di valutare di volta in volta le necessità delle strutture alberghiere, concedendo, nei limiti delle norme urbanistiche e delle valutazioni di impatto ambientale, quello di cui avevano bisogno. Sono molte le strutture ricettive che negli ultimi anni hanno potuto migliorare l’offerta turistica realizzando quello che mancava, ad esempio: sale conferenze, aumento della capacità ricettiva, aumenti volumetrici per migliorare la qualità degli ambienti ed altre situazioni sono in esame al momento.
Non capisco, quindi, di quali lacci e laccioli parli Olivieri. Vorrei ricordare, inoltre, che per aumentare la varietà e la qualità dell’offerta abbiamo messo a bando ed è in realizzazione una struttura turistica nei pressi della costruenda piscina comunale. Il tutto realizzato in accordo di programma su terreno comunale. Basta, quindi, con le polemiche gratuite, rimbocchiamoci le maniche e, ognuno per la sua parte, facciamo fatti e non parole per il turismo di Gottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 440 volte, 1 oggi)