SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per aggirare le nuove normative dettate dal decreto Pisanu, e in particolare i cavilli dei biglietti nominativi, della chiusura domenicale dei botteghini e l’istituzione di tornelli all’ingresso e di steward che controllano gli spettatori, la Sambenedettese calcio discuterà insieme alla Pretura di Ascoli Piceno la riduzione della capienza degli spettatori del “Riviera delle Palme” a 9.999, rispetto ai circa 14.700 attuali.
Per questo motivo le due parti si incontreranno venerdì prossimo presso gli uffici della Prefettura di Ascoli.
Alla riunione saranno presenti anche esponenti della Sambenedettese Calcio e del Comune di San Benedetto del Tronto.
Si spera che la richiesta della Samb Calcio venga soddisfatta, in considerazione delle troppe astruserie contenute nel decreto, che anziché mirare a punire gli effettivi autori delle violenze rende difficoltoso il semplice recarsi allo stadio per assistere ad un incontro di calcio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 406 volte, 1 oggi)