SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Uno spiacevole episodio è avvenuto la scorsa notte, in via dei Mille, presso il residence Miramare dove alloggia il difensore della Samb Paolo Guastalvino , quasi a fungere da deprecabile corollario alla contestazione, per altro civile, messa in atto ieri dalla tifoseria rossoblù.
Stamane infatti il giocatore umbro ha trovato squarciata una delle ruote del suo fuoristrada, unitamente ad una scritta sulla fiancato dello stesso, con la quale si invitava lui e i suoi compagni di squadra a tirare fuori gli attributi, uno dei cori, per intenderci, che ieri pomeriggio, nel corso della partita tra Samb e Fermana, è sovente riecheggiato dai gradoni del Riviera delle Palme.
Non potendo contattare il calciatore, in virtù del silenzio stampa (ad eccezione del martedì, del sabato e della domenica) cui sono sottoposti i tesserati rossoblù, abbiamo interpellato il responsabile dell’area tecnica Giuseppe Dossena.
“Purtroppo la civile contestazione della tifoseria – ha detto il diesse rivierasco – si macchia di questo episodio, che va valutato alla stregua di un gesto inqualificabile. La società ci tiene ad esprimere tutta la propria vicinanza e l’assoluta solidarietà al giocatore?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 900 volte, 1 oggi)