SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il presidente dell’Amministrazione provinciale Massimo Rossi ha incontrato stamane in Municipio il Commissario straordinario Carlo Iappelli: si è trattato innanzitutto di una visita di cortesia per augurare buon lavoro all’amministratore del municipio rivierasco ma anche per affrontare alcune questioni che richiedono l’impegno congiunto dei due enti:
1) Sottopasso di via dell’Airone. Si tratta di un sottopassaggio ciclopedonale che dovrebbe collegare l’area di Porto d’Ascoli che insiste sulla Statale 16 con la zona Sentina per poi ricollegarsi alla futura rete di piste ciclabili che attraverserà l’area naturalistica. Proprio questa mattina è stato firmato, nella sede del Circondario provinciale di Porto d’Ascoli, un protocollo d’intesa che attribuisce alla Provincia l’onere di completamento del sottopasso (realizzato dal Consorzio di Bonifica del Tronto poi sciolto) per un costo stimato di 100.000 euro già disponibili e al comune il compito di provvedere alla manutenzione ordinaria. “Contiamo di bandire quanto prima la gara d’appalto e di concludere l’intervento in tre / quattro mesi? ha dichiarato il presidente Rossi.
2) Sottopasso ferroviario di via Pasubio. Comune e Provincia concordano sulla necessità di procedere con urgenza alla realizzazione di un’infrastruttura fondamentale per l’attuazione del progetto di metropolitana di superficie come mezzo di trasporto collettivo alternativo. Il Comune si è già impegnato con la precedente amministrazione a realizzare la progettazione. Ci sono già a disposizione 617.000 euro stanziati da RFI ma occorreranno certamente altri fondi. A breve sarà riconvocata una nuova riunione sull’argomento.
3) Università: Rossi ha confermato che il primo stralcio dei lavori di restauro dell’edificio ex Vannicola di Porto d’Ascoli, quelli che permetteranno il trasferimento dell’attività didattica dall’attuale sede provvisoria di via Pizzi, sono in via di ultimazione. Ora si tratta di mettere a punto la convenzione tra i due enti per far partire i lavori del secondo stralcio, quelli che interesseranno l’area libera del complesso e che ospiteranno ulteriori strutture a servizio dell’università, della Provincia e del quartiere.
4) Ponti sul Tronto: Iappelli e Rossi hanno concordato sulla necessità di mettere in campo tutte le azioni per la messa in sicurezza del fiume come condizione indispensabile per superare le osservazioni contenute nel Piano per l’assetto idrogeologico (PAI) del Tronto. Per il ponte stradale il progetto redatto dall’Amministrazione provinciale di Teramo è pronto e deve passare il vaglio della conferenza dei servizi prima di essere appaltato: Comune e Provincia solleciteranno congiuntamente, anche attraverso i parlamentari di collegio, il Ministero delle Infrastrutture che ha il compito di convocare la conferenza.
Il progetto per il ponte ferroviario, più complesso, è curato dalla Provincia di Ascoli ed è in fase di completamento. Iappelli ha chiesto al Presidente di valutare la possibilità di procedere ad un intervento di manutenzione e pulizia dell’alveo fino alla foce del Tronto: Rossi si è impegnato ad attivarsi presso l’ex Genio Civile. Sul tema domani ci sarà a Martinsicuro un incontro tra le due Amministrazioni provinciali e l’Autorità di bacino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 441 volte, 1 oggi)