SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Così vicine, quasi identiche nel vivere la vigilia di un match teso, delicato, forse perfino decisivo. Samb e Fermana. I punti in palio domenica prossima varranno oro, perché da una parte c’è una squadra che tre giorni fa ha rimediato una delle più brutte figure degli ultimi anni – difficile, a dispetto dello striminzito passivo che ha generato la sconfitta, ricordare una prestazione tanto negativa scorrendo gli annali rossoblù – che ha fatto arrabbiare una piazza già provata dai reiterati tormenti societari, mentre dall’altra c’è una compagine che mai, da quando ha preso il via la gestione Battaglioni (stagione ’96-’97), era partita così male: appena un punto messo in cascina e, complice proprio la vittoria del Ravenna contro la Samb, il distacco dalle penultime aumentato fino a quattro lunghezze.
Mister Sciannimanico, da sempre abituato a lavorare coi giovani (ha trascorso tanti anni alla guida della Primavera del Bari), non è ancora riuscito a dare la scossa alla squadra; insediatosi sulla panchina canarina a metà dello scorso mese, ha racimolato appena un punto, frutto del pareggio sul campo del Pizzighettone. Ben due le sconfitte, tra l’altro venute al cospetto del pubblico gialloblù: domenica scorsa contro il Teramo e, due turni prima, contro la Pro Sesto.
Consapevole del momento di grave impasse tecnica, il presidente Giacomo Battaglioni ieri pomeriggio ha tenuto a rapporto la squadra per più di un’ora, concedendosi poi alla stampa locale. “Non molliamo?, questo il succo delle dichiarazioni del numero uno canarino che si è detto fiducioso ed ottimista riguardo la prossima trasferta di San Benedetto del Tronto.
La Fermana intanto continua la marcia di avvicinamento al derby e oggi pomeriggio effettuerà il consueto test infrasettimanale a Campiglione, sul cui campo è prevista una partitella in famiglia. Sciannimanico è alle prese con un solo acciaccato, vale a dire Quadrini – gli è stata diagnosticata una distrazione muscolare – al cui forfait vanno aggiunti quelli, sicuri, degli squalificati Smerilli e Barucca. Non desta invece alcuna preoccupazione l’attaccante Staffolani, che ieri ha lavorato a parte per una lieve contrattura.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 425 volte, 1 oggi)