RAVENNA – Due parole che sintetizzano uno stato d’animo: “Che schifo?. Le ha dette il presidente rossoblù Umberto Mastellarini dopo l’incontro di Ravenna, terminato 1-0 a favore della squadra di casa.
Mastellarini, presente al Benelli assieme al figlio Gabriele, non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali ai giornalisti, ma prima di abbandonare lo stadio, chiudendo il finestrino della sua automobile, ha più volte ripetuto le parole testimoniate dal titolo. Prima della gara di San Marino il presidente le aveva cantate ai suoi calciatori, affermando che la Samb è una squadra che può giocarsela alla pari con qualunque formazione del girone. Facile pensare che ora Galderisi rischia la panchina, ma a questo punto occorre anche essere perfettamente chiari sugli obiettivi: bisogna puntare diritti alla salvezza e nulla più o è lecito aspettarsi un campionato di mezza classifica, magari puntando, dopo gennaio, a qualcosa di più?
Esonerare l’allenatore, in questo momento (con quattro punti di vantaggio dalla zona calda), vorrebbe dire esigere dalla squadra, oltre che di non ripetere le figuracce, anche di seguire il percorso iniziato e poi interrotto (incredibile!) da Ballardini un anno fa. Un rischio che si può correre: ma in questo caso bisognerà credere fermamente che ciò sia possibile, altrimenti si rischia soltanto di illudere una tifoseria già esasperata.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 859 volte, 1 oggi)